lunedì 05 dicembre | 10:15
pubblicato il 03/mar/2011 19:00

Fini contro Berlusconi: Bossi vero premier. Poi attacca Vespa

"Non si vota nel 2011". E su Ruby: Non voto, conta regolamento

Fini contro Berlusconi: Bossi vero premier. Poi attacca Vespa

Roma, 3 mar. (askanews) - Gianfranco Fini contro Silvio Berlusconi, ma anche contro Bruno Vespa. Ospite di Porta a Porta, il presidente della Camera torna in televisione e torna a criticare il premier e a polemizzare con il giornalista, oltre che fissare alcuni paletti sulla delicata vicenda del conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato. Il leader futurista considera archiviata anche l'ipotesi di elezioni politiche nel 2011: "Dopo la decisione saggia di allungare i tempi del federalismo regionale di 4 mesi, è chiaro che non si voterà più quest'anno". Il Cavaliere, innanzitutto: "Bossi - ha rilevato Fini - non è diverso da quello di ieri ma oggi non c'è più chi come Fini contrastava Bossi quando diceva cose lesive dell'identità nazionale, cose che potevano incrinare l'unità nazionale. Il problema non è Bossi ma Berlusconi che gli ha concesso la possibilità di essere il dominus della maggioranza. Il vero premier è Bossi non Berlusconi. Berlusconi è un signore che ha un bisogno vitale di Bossi". E ancora: "Berlusconi è bravissimo nel promettere, ha perennemente bisogno di un nemico, oggi i magistrati o i giornalisti comunisti e domani gli alieni. Il premier non ha il polso dell'Italia vera". C'è anche il caso della ragazza marocchina: "La Giunta per il Regolamento non vota. Io l'ho convocata perché non ci sono precedenti, la vicenda è oggettivamente importante e io devo valutarla nello stretto rispetto dei regolamenti. Sentirò i pareri e porterò all'ufficio di presidenza la mia opinione. Il mio parere personale comunque non sarà espresso perché tutti sanno che il presidente non vota". Non sono mancate neanche le scintille tra il leader di Fli e Vespa. "Lei conosce bene la stampa italiana - ha detto Fini - lei ne è uno degli interpreti e a volte uno degli interpreti più fantasiosi". In più di una occasione, il presidente della Camera ha insinuato un legame tra Vespa e Berlusconi. Di fronte alle domande del conduttore di Porta a Porta, Fini ha commentato: "Lei è molto informato su quello che fa Berlusconi". E Vespa: "Cerco di essere informato su tutto". E ancora sulle intercettazioni: "Dovrebbe chiedere a Berlusconi, che lei frequenta... perché disse no alle modifiche proposte da Giulia Bongiorno". L'ultima polemica sulle amministrative, con la dura chiosa del leader di Fli: "Speravo fosse un giornalista più corretto...". La replica di Vespa: Fini ce l'ha con Porta a Porta per i servizi sulla casa di Montecarlo, "mi dispiace, ma erano doverosi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari