domenica 19 febbraio | 22:52
pubblicato il 02/set/2013 17:07

Fiat: Ferrero, costretta a piegare testa. Marchionne vada pure via

Fiat: Ferrero, costretta a piegare testa. Marchionne vada pure via

(ASCA) - Roma, 2 set - ''La Fiat, dopo aver tanto sbraitato, si deve sottomettere alla sentenza della Corte costituzionale per quanto riguarda il riconoscimento dei delegati della Fiom. Che i vertici della Fiat debbano piegare la testa di fronte alla legge e alla lotta dei lavoratori e delle lavoratrici e' un'ottima notizia. Marchionne pero' ricomincia come al solito a ricattare. L'ad Fiat, con la sua arroganza e i suoi ricatti, ha stufato: lo stato nazionalizzi la Fiat, che abbiamo ampiamente pagato con il finanziamento pubblico, e lasci pure andare via Marchionne dall'Italia: non ne sentiremo la mancanza''. Lo dichiara ina una nota Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Termina assemblea Pd, Orfini: "Congresso formalmente indetto"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia