giovedì 19 gennaio | 10:23
pubblicato il 02/set/2013 17:07

Fiat: Ferrero, costretta a piegare testa. Marchionne vada pure via

Fiat: Ferrero, costretta a piegare testa. Marchionne vada pure via

(ASCA) - Roma, 2 set - ''La Fiat, dopo aver tanto sbraitato, si deve sottomettere alla sentenza della Corte costituzionale per quanto riguarda il riconoscimento dei delegati della Fiom. Che i vertici della Fiat debbano piegare la testa di fronte alla legge e alla lotta dei lavoratori e delle lavoratrici e' un'ottima notizia. Marchionne pero' ricomincia come al solito a ricattare. L'ad Fiat, con la sua arroganza e i suoi ricatti, ha stufato: lo stato nazionalizzi la Fiat, che abbiamo ampiamente pagato con il finanziamento pubblico, e lasci pure andare via Marchionne dall'Italia: non ne sentiremo la mancanza''. Lo dichiara ina una nota Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Renzi si mette in viaggio in pullman: ripartiamo girando l'Italia
Fca
Fca,Gentiloni a Merkel: omologazione spetta a autorità italiane
Brexit
Brexit,Gentiloni:May fa chiarezza, Ue pronta a discutere con Gb
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina