sabato 10 dicembre | 00:07
pubblicato il 25/set/2013 12:00

Fi/ Tensione su nuova organizzazione, Berlusconi riconvoca big

Nodo composizione 'direttivo' da affiancare al presidente

Fi/ Tensione su nuova organizzazione, Berlusconi riconvoca big

Roma, 25 set. (askanews) - Aria tesa ieri sera a palazzo Grazioli nella riunione tra Silvio Berlusconi e lo stato maggiore del partito per discutere, tra l'altro, della questione del nuovo assetto organizzativo da dare a Forza Italia. Tanto che per oggi a pranzo il Cavaliere ha convocato un nuovo vertice. L'ipotesi di cui si è ragionato ieri sera era quella di creare un comitato direttivo. Ma il nodo è stato quello della composizione e dei ruoli. L'idea iniziale di cui si è discusso era quella di affiancare alla presidenza di Silvio Berlusconi un organismo ristretto a cinque persone: Angelino Alfano, Denis Verdini, Sandro Bondi e i due capigruppo Renato Brunetta e Renato Schifani. Risultava dunque esclusa Daniela Santanché, che attualmente ricopre il ruolo di responsabile propaganda del Pdl, e che già ha dovuto accettare di farsi da parte nell'elezione a vice presidente della Camera che poi è andata a Simone Baldelli. Secondo quanto viene riferito, Santanché, per usare un eufemismo, avrebbe mostrato tutto il suo malumore per questa esclusione. Altro nodo sarebbe quello del ruolo di Angelino Alfano visto che nello statuto di Forza Italia non è previsto il ruolo di segretario che l'ex Guardasigilli ricopre attualmente nel Pdl. L'ala vicina al vice premier avrebbe infatti sostenuto la necessità di concedergli almeno uno status di primo inter pares, se non addirittura quello di vice presidente. Secondo quanto raccontano, la riunione avrebbe arggiunto un tale stato di tensione da spingere Berlusconi a riaggiornarla ricordando a tutti che comunque la rinata Forza Italia un vertice lo ha già ed è rappresentato da lui stesso. E' tuttavia probabile - viene spiegato - che nell'incontro di oggi il Cavaliere, come sua abitudine, cerchi di ricomporre la frattura interna. D'altra parte anche i sondaggi di cui dispone indicano che gli elettori chiedono unità del partito intorno al suo leader. Altra esigenza più volte manifestata dall'ex premier è quella di un ringiovanimento della classe dirigente.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina