domenica 26 febbraio | 16:18
pubblicato il 15/mar/2015 17:34

Fi, Fitto fa tappa a Bari: vogliamo unire, no cartellini rossi

"Renzi e Salvini avanzano perché noi manchiamo"

Fi, Fitto fa tappa a Bari: vogliamo unire, no cartellini rossi

Bari, 15 mar. (askanews) - "Riconosco a Matteo Renzi un merito: sta portando il centrosinistra nella Terza Repubblica. E per altri versi, anche Matteo Salvini ci sta provando col centrodestra mangiando il nostro terreno. Ma non sono loro ad avere dei meriti, siamo noi che stiamo sbagliando". E' questo uno dei passaggi più applauditi del discorso da "one man show" che Raffaele Fitto ha rivolto alla platea di Bari. "Un pubblico numeroso oltre le attese", dicono gli organizzatori del tour dei "Ricostruttori" che questa mattina è approdato nel capoluogo barese. "I 1500 posti a sedere sono tutti occupati, idem per i 2500 in piedi a cui si aggiungono le persone che sono rimaste fuori", riferisce lo staff del l'eurodeputato che da enfant prodige per Silvio Berlusconi si sta trasformando in spina nel fianco. Perché Fitto ha ribadito le sue posizioni: sì alla meritocrazia per scalare il partito e sì alle primarie per scegliere i candidati. "Non siamo in guerra con qualcuno; non siamo contro nessuno", ha ripetuto diverse volte per poi confermare che la sua lotta continuerà "dall'interno del partito, con coerenza: perché per vincere bisogna includere non escludere chi ha idee diverse".

Non è poi mancata la punzecchiatura al nuovo commissario azzurro, Luigi Vitali, designato dallo stesso Berlusconi come reggente del partito per la Puglia qualche giorno fa. "Noi vogliamo esserci anche sfidando chi sventola cartellini rossi senza motivo", ha detto in riferimento alle epurazioni dei fittiani dalle liste dei candidati per le prossime regionali paventate proprio da Vitali.

L'intervento di Fitto è durato poco più di un'ora ed è stato inframmezzato da tre video. Il primo relativo alla storia di Forza Italia (dalla discesa in campo di Berlusconi alla rovinosa perdita di nove milioni di voti nelle ultime tornate elettorali), il secondo su guerra ed Europa ed il terzo sui dieci anni - rovinosi e tragici", li ha definiti Fitto - di governo di centrosinistra in Puglia. "Possiamo tornare a vincere qui, nella nostra regione - ha esortato - se decliniamo il centrodestra al futuro".

"Io chiedo che si raggiunga rapidamente un'intesa che sia forte e chiara per ridare smalto a questa regione", gli ha fatto eco il candidato per il centrodestra, Francesco Schittulli. E ha concluso: "Senza Raffaele Fitto, non si vince".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech