mercoledì 18 gennaio | 07:49
pubblicato il 28/mar/2014 16:52

FI: Berlusconi a Storace, torniamo a unirci per Italia democratica

(ASCA) - Roma, 28 mar 2014 - ''Vi scrivo in questo momento davvero difficile per il nostro Paese e indirizzo a Voi l'appello che ho rivolto e rivolgo a tutti gli Italiani.

Siamo in una situazione assolutamente inaccettabile. In vent'anni abbiamo subito 4 colpi di Stato, siamo sottoposti ad una magistratura politicizzata, siamo governati dal 3* governo consecutivo non eletto dai cittadini e Voi lo sapete bene: o sono i cittadini a scegliere chi governa, o non e' piu' democrazia. Abbiamo di fronte a noi molte sfide che fanno parte di una stessa battaglia: la battaglia che stiamo combattendo da vent'anni per la democrazia e per la liberta'.

Dopo vent'anni di battaglia oggi dobbiamo reagire''.

Inizia cosi' la lettera che il Presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, ha inviato a Francesco Storace, presidente del Comitato Centrale de La Destra, alla vigilia della riunione del Comitato che si terra' domani a Roma.

''Questa e' davvero l'ultima occasione, la chiamata in campo definitiva. Dobbiamo tutti impegnarci affinche' il centro-destra prevalga e sia garantita la sicurezza dei nostri diritti, dei nostri beni e della nostra liberta'.

Siamo al capitolo finale di quella che e' stata definita ''La guerra dei venti anni''. E quello che e' successo in questi mesi a me, condannato ingiustamente, espulso dal Parlamento, reso incandidabile per 6 anni e privato financo del diritto di voto, non ha eguali in nessuna democrazia occidentale.

Ogni regola di giustizia e' stata calpestata per eliminare attraverso il braccio giudiziario della sinistra l'avversario che non si e' riuscito ad eliminare con i mezzi della democrazia. E tutto cio' proprio mentre la nostra economia vive uno dei momenti piu' neri delle nostra storia con il prodotto interno in costante diminuzione e la disoccupazione giovanile a livelli record.

Per questo - prosegue Berlusconi -, per essere piu' forti in questa battaglia per la liberta' e per il benessere, per costruire insieme l'Italia che abbiamo sempre sognato per noi e per i nostri figli, oggi Vi chiedo di unire le Vostre e le nostre forze al fine di ribaltare un destino che appare altrimenti segnato''.

''Da quando sono sceso in campo nel ''94 ho lavorato incessantemente per unire tutti coloro che si sentono alternativi alla sinistra, che non vogliono vivere in un Paese egemonizzato dalla sinistra che vogliono avere garantiti dallo Stato i propri diritti e la propria liberta'.

Caro Francesco, cari amici della Destra, dobbiamo proseguire una battaglia comune. Tu Francesco hai fatto parte del nostro Governo, come successivamente Nello Musumeci. Siete stati candidati della nostra coalizione nelle regioni Lazio e Sicilia. Torniamo ad unirci dunque - rimarca il leader di Forza Italia -, senza rinunciare alle nostre specificita', ma in nome di quel che ci accomuna, per ritornare alla democrazia e far rinascere la nostra Italia piu' giusta, piu' libera e piu' prospera. Per riportare l'Italia ad essere un Paese veramente democratico, che garantisca e difenda la liberta' dei suoi cittadini. Vi aspetto!''.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa