giovedì 23 febbraio | 17:43
pubblicato il 01/set/2014 18:19

Fedriga(Lega): Renzi la smetta con stupidaggini, lavori per Paese

"Disoccupazione al 13%, non bastano slide, tweet e siti internet" (ASCA) - Roma, 1 set 2014 - "Arrivati a questo punto siamo costretti a supplicare Matteo Renzi di smetterla di dire stupidaggini e di iniziare a lavorare veramente per il paese". Lo scrive in una nota il capogruppo della Lega Nord alla Camera, Massimiliano Fedriga.

"Premesso che per il presidente del Consiglio i mille giorni cominciano sempre il giorno dopo l'ennesimo annuncio, non puo' certo pensare - accusa Fedriga - di affrontare i drammi che stanno vivendo i cittadini partendo dalle slide, passando per qualche tweet e finendo con un sito internet. Forse non si e' reso conto che con il suo governo siamo arrivati al 43 percento di disoccupazione giovanile, che sfioriamo il 13 percento di disoccupazione generale e che gli imprenditori si suicidano perche' non riescono a portare avanti la propria attivita'. Altro che mille giorni, sono mille le imprese che chiudono al giorno".

Pol/Rea

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Pd
Anche Orlando in corsa per le primarie Pd, domani l'annuncio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech