domenica 22 gennaio | 13:19
pubblicato il 27/gen/2011 18:56

Federalismo/Pd verso il no:Governo mette mani in tasche italiani

"Senza modifiche profonde decreto fisco comunale è invotabile"

Federalismo/Pd verso il no:Governo mette mani in tasche italiani

Roma, 27 gen. (askanews) - Il Partito democratico va verso il no al decreto legislativo sul fisco comunale. "E' un tradimento del federalismo, si mettono le mani nelle tasche degli italiani e si scarica sui Comuni la responsabilità dell'aumento delle imposte", spiega il responsabile economico del partito Stefano Fassina che annuncia "un no coerente con l'impostazione autenticamente federalista che abbiamo sempre avuto". I democratici lasciano comunque uno spiraglio aperto: "Abbiamo presentato emendamenti su perequazione, Imu e cedolare secca", spiegano i rappresentanti in Bicamerale Marco Causi, Walter Vitali e Barbolini. Dunque "sarà il governo, con il suo atteggiamento sui nostri emendamenti, a determinare il nostro voto". Emendamenti che però, riconoscono, modificano "in modo radicale" il provvedimento.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4