martedì 06 dicembre | 21:13
pubblicato il 20/gen/2011 13:44

Federalismo/ Chiamparino: Testo Governo lede autonomia dei Comuni

Documento unitario Anci chiede convocazione Conferenza unificata

Federalismo/ Chiamparino: Testo Governo lede autonomia dei Comuni

Roma, 20 gen. (askanews) - Pollice verso dai Comuni alla nuova versione del federalismo municipale, prevista nel nuovo testo di decreto del ministro Calderoli. Il principale torto del decreto sul fisco municipale è quello di "ledere l'autonomia dei Comuni", ha detto il presidente dell'Anci e sindaco di Torino Sergio Chiamparino, in una dichiarazione pubblicata sul sito dall'Anci al termine della riunione dedicata all'analisi del nuovo testo del decreto Calderoli sul federalismo municipale. Chiamparino, riferisce l'Anci, ha evidenziato come il testo presenti problemi sia per la disciplina transitoria che per quella a regime. A giudizio di Chiamparino, in particolare, dal testo non emergono "quelle risposte in materia di autonomia più volte richieste dall'Anci, che potevano consentire di recuperare anche se parzialmente i tagli alle risorse prodotti nel 2010". Tra queste il presidente Anci ha citato lo sblocco dell'addizionale Irpef, il contributo di soggiorno e la devoluzione dell'incremento di gettito dei tributi immobiliari attribuiti ai comuni. Per quanto concerne, invece, la parte a regime, il testo "contiene ancora troppe incertezze sui tempi e sui valori e ciò non consente una piena valutazione degli effetti che le nuove norme potranno provocare sul territorio". Il presidente dell'Anci ha rilevato la totale mancanza di "una regolamentazione della perequazione, da cui dipende la tenuta dell'assetto complessivo così come definito dalla legge 42". "Il fondo di perequazione non si sa come è composto e soprattutto come funziona". "C'è un documento unanime dell'ufficio di presidenza dell'Anci che rileva alcune incertezze nella definizione del testo - ha spiegato poi Chiamparino, partecipando alla presentazione alla stampa estera degli eventi per i 150 anni dell'unità d'Italia - ci sono dei punti da approfondire sia per quanto riguarda l'assetto transitorio che per l'assetto a regime. Ci preoccupa, in particolare, il fatto che l'aliquota dell'Imu verrebbe definita dalla legge di stabilità. Per noi questo vuol dire non avere certezza quando facciamo i bilanci e vuol dire che i Comuni ogni anno dovranno venire col cappello in mano a Roma". Inoltre, Chiamparino osserva che "le risorse del 2011 vengono rinviate ai decreti attuativi" e questo preoccupa i Comuni "stante l'incertezza della situazione politica. Avremmo voluto dare un giudizio positivo ma allo stato non è possibile perciò vorremmo che il governo tornasse nella Conferenza unificata per trovarlo ma se invece volesse andare avanti mi auguro che le parti tengano conto dei nostri emendamenti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
Governo
Udc esce da Ap di Alfano: nuovi gruppi contro voto anticipato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni