sabato 21 gennaio | 14:24
pubblicato il 18/gen/2011 15:34

Federalismo/ Calderoli:Domani nuovo testo. Opposizioni:Pasticcio

Terzo polo: "Nel nuovo fisco municipale niente di federalista"

Federalismo/ Calderoli:Domani nuovo testo. Opposizioni:Pasticcio

Roma, 18 gen. (askanews) - Roberto Calderoli è convinto che il nuovo testo del fisco municipale che porterà domani alle commissioni Bilancio "raccoglie sostanzialmente le esigenze di tutte le forze politiche". Ma le opposizioni sono deluse dalle modifiche illustrate oggi dal ministro nella Bicamerale sul federalismo: "E' un pasticcio", dicono in coro Mario Baldassarri (Fli), Linda Lanzillotta (Api), Gianluca Galletti (Udc) e Marco Causi (Pd). "Vedremo se le modifiche saranno sufficienti a determinare un atteggiamento positivo delle opposizioni", è la speranza di Calderoli che conferma quanto già anticipato. Ovvero la doppia aliquota della cedolare secca sugli affitti: 20% per i canoni concordati, 23% per quelli liberi, con il 3% in più che sarà destinato ad un fondo per le famiglie in affitto e con figli a carico. Ma soprattutto il fatto che l'imposizione sulla prima casa non sarà reintrodotta: "E' un principio costituzionale garantito, e anzi andiamo incontro anche a quelle famiglie che non possono permettersi una prima casa e sono costretti all'affitto". Le opposizioni vogliono attendere il testo definitivo, ma le prime reazioni sono deluse: "Gran parte del pasticcio che abbiamo denunciato rimane. Si rischia un buco di 2-3 miliardi", spiega il finiano Baldassarri che denuncia "i maneggi e magheggi del Tesoro". Anche per la rutelliana Lanzillotta "si rischia un impatto disastroso sulla finanza pubblica e una botta enorme su seconde case ed esercizi commerciali". Il centrista Galletti ritiene poi "l'unica cosa positiva il fatto che compare la parola famiglia", ma il mini-quoziente familiare "è una cosa piccolissima rispetto all'impianto generale". Il giudizio unanime del Terzo polo, che deciderà insieme l'atteggiamento da tenere, è che a questo punto la riforma "non ha niente di federalista, dovrebbero cambiargli il nome". E deluso è anche il Pd: "C'è una confusione enorme, neanche loro hanno capito cosa intendono fare", dice Marco Causi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
M5s
Ue, Grillo: Alde? Si vergogni chi si è rimangiato la parola data
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4