domenica 19 febbraio | 20:42
pubblicato il 04/feb/2011 11:11

Federalismo/ Berlusconi: Decreto scelta logica e naturale

"E' il target più importante della Lega"

Federalismo/ Berlusconi: Decreto scelta logica e naturale

Roma, 4 feb. (askanews) - Il federalismo "è il target più importante della Lega", e quindi è stato giusto, in base alle procedure parlamentari, procedere con un decreto. Lo ha sostenuto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, a margine del Consiglio europeo in corso a Bruxelles. Per il premier è stato "assolutamente logico e naturale che in aderenza con le leggi e i regolamenti parlamentari, avendo avuto un voto a favore in Commissione al Senato e poi un nulla di fatto nella Bicamerale, procedere all'emanazione del decreto. Ricordo che soltanto per fair play noi non avevamo chiesto di sostituire l'uomo di Futuro e libertà che invece era da sostituire, perchè le commmissioni devono rappresentare quello che è il Parlamento e quindi non è corretto che non ci sia quella maggioranza che è invece la maggioranza che c'è in Parlamento". In futuro quel deputato "sarà sostituito", ha concluso il premier.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Il Pd avvia il congresso, direzione per fissare percorso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia