venerdì 09 dicembre | 04:01
pubblicato il 19/giu/2014 16:00

Fecondazione: mozione bipartisan al Senato, governo aggiorni linee guida

(ASCA) - Roma, 19 giu 2014 - ''Aggiornare subito le linee Guida sulla Procreazione medicalmente assistita per consentire in sicurezza e trasparenza l'eterologa anche nel nostro Paese''. E' quanto chiedono al governo con una mozione bipartisan i senatori del Pd Laura Puppato, Donella Mattesini, Emilia De Biasi, Pina Maturani, Valeria Fedeli, Donatella Albano, Josefa Idem, Sergio Lo Giudice, Stefano Esposito, Maria Teresa Bertuzzi, Lucrezia Ricchiuti, Claudio Micheloni, Elena Ferrara, Rosa Maria Di Giorgi, Patrizia Manassero, Salvatore Tomaselli, Monica Cirinna', Paolo Romani (Fi), Paola De Pin (Italia lavori i n corso), Marino Mastrangeli (Misto). ''Con sentenza del 9 aprile 2014, n. 162, la Corte Costituzionale - spiegano i senatori nella mozione - ha dichiarato l'illegittimita' costituzionale della legge 40/2004, nella parte in cui stabilisce il divieto del ricorso a tecniche di procreazione medicalmente assistita di tipo eterologo, qualora sia stata diagnosticata una patologia che sia causa di sterilita' o infertilita' assolute ed irreversibili. La Consulta ha anche evidenziato come la pronuncia di illegittimita' non determina un 'vuoto normativo', poiche' la legge 40 contiene specifiche norme che regolamentano i profili piu' rilevanti conseguenti al ricorso alla fecondazione eterologa, gia' disposti in previsione dei casi di ricorso alle pratiche all'estero da parte di cittadini italiani. Secondo i dati della Societa' europea di riproduzione assistita (ESHRE) riferiti al 2010, le coppie italiane hanno rappresentato il 31% di tutte quelle costrette a viaggi all'estero per poter effettuare la PMA eterologa. Il costo di questi viaggi varia dai 2.500 euro in Ucraina fino agli 8.000 euro della Spagna, dove il 63% delle coppie che ricorre alla fecondazione e' italiano. E' dunque urgente che il governo aggiorni le linee guida gia' previste dalla legge 40, inserendo la Procreazione Medicalmente Assistita, previo accordo con le Regioni, nei Livelli essenziali di assistenza (LEA), istituendo un archivio/data base nazionale che consenta la tracciabilita' dei donatori e dei riceventi garantendo cosi' l'efficiente funzionamento di un sistema che assicuri la piena gratuita' della donazione''. ''Va anche esclusa ogni forma di commercializzazione'', afferma la senatrice Puppato, che chiede con i numerosi colleghi di ''precisare i protocolli medico-sanitari che garantiscano la dovuta sicurezza per la salute dei pazienti nell'effettuare le donazioni, in particolare garantendo il rispetto dei requisiti medico-sanitari del donatore di cellule riproduttive''. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni