martedì 17 gennaio | 12:38
pubblicato il 25/nov/2014 20:36

Fassina: in Pd 35 non votano Jobs act, ora Renzi ascolti

Il deputato democratico: fatto politico significativo

Fassina: in Pd 35 non votano Jobs act, ora Renzi ascolti

Roma, (askanews) - Il mancato sostegno di "circa 35 deputati" al Jobs act è un "fatto politico significativo" e ora Matteo Renzi deve ascoltare. Lo ha detto Stefano Fassina, commentando il voto della Camera sulla riforma del lavoro: "Oggi circa 35 deputati e deputate Pd non hanno sostenuto il provvedimento del governo, auspichiamo che vi sia attenzione da parte del presidente del Consiglio, perché è evidente che è un fatto politico significativo".

Tanto più, ha aggiunto, che tutto questo "avviene in un contesto di mobilitazione di milioni e milioni di persone e dopo una domenica nella quale, nella regione cuore del Pd, quasi settecentomila elettori che avevano votato Pd alle europee non hanno rinnovato il loro voto al Pd".

Per Fassina "è necessaria una correzione di rotta sulla politica economica, sulla politica del lavoro, perché così non funziona".

Gli articoli più letti
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Parigi, la protesta dei motociclisti "vintage" francesi
Enogastronomia
In Cina il liquore invecchia nelle canne di bambù
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Ciberfisica, al via sviluppo tecnologie per affidabilità sistemi
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Tempesta di neve in Tunisia: migliaia di auto intrappolate