sabato 10 dicembre | 08:34
pubblicato il 07/gen/2014 14:03

Famiglia: Agostini (Pd), sentenza Corte Strasburgo colma nostro deficit

(ASCA) - Roma, 7 gen 2014 - ''Un importante segno di civilta'. La sentenza della Corte europea dei diritti Umani di Strasburgo, che ha riconosciuto il diritto dei genitori di poter scegliere, dando ai figli il solo cognome della madre, colma finalmente un deficit culturale e legislativo del nostro paese. L'Italia, da questo momento non puo' piu' fare finta di niente, non puo' restare indietro.

Questa di oggi, e' una vittoria di tutte quelle madri che vogliono poter vedere realizzato il legittimo desiderio di dare il proprio cognome ai figli, una vittoria ottenuta nel nome di quel principio di pari opportunita' che nella nostra societa' va attuato a tutti i livelli. Ora tocca a noi, che siamo in Parlamento, lavorare affinche' questo diritto sia riconosciuto con una legge italiana''. Lo ha dichiarato la deputata Pd Roberta Agostini, vicepresidente della commissione Affari Costituzionali.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina