sabato 03 dicembre | 20:45
pubblicato il 24/set/2014 13:42

F35: Zan (LeD), rinuncia a programma non demagogia ma risposta a crisi

(ASCA) - Roma, 24 set 2014 - ''In caso di conferma del programma F-35 da parte dell'Italia e del conseguente acquisto dei 90 caccia, il nostro Governo dovrebbe impegnare una somma che si aggira tra i 12 e i 14 milioni di euro. A questa dovremo inoltre aggiungere i fondi necessari all'acquisto dei velivoli, alla loro manutenzione, all'addestramento dei piloti e alla copertura di tutti i costi di esercizio, arrivando secondo le stime a spendere quasi 52 milioni di euro''. Ad affermarlo e' Alessandro Zan, deputato veneto di Liberta' e Diritti, nel corso delle dichiarazioni di voto sulle mozioni concernenti il programma F-35 alla Camera. ''Si tratta di una cifra enorme, se consideriamo che sarebbe impiegata per acquistare aerei da guerra, peraltro poco affidabili nelle loro fasi di sviluppo e con tanti difetti tecnici'', spiega il parlamentare di LeD, ''pensati per scenari ben differenti dallo spirito dell'articolo 11 della nostra Costituzione. Oggi abbiamo l'opportunita' di scegliere'' ha proseguito Zan, rivolgendosi ai colleghi deputati in Aula. ''Scegliere se continuare indiscriminatamente la nostra piena partecipazione al programma Joint Strike Fighter per la produzione dei cacciabombardieri F-35 o se riservare quei milioni e milioni di euro per la creare nuovi posti di lavoro qualificati e ridare un futuro economico al nostro Paese. In quest'ottica, va senza dubbio apprezzato l'orientamento assunto dal Governo di addivenire in tempi brevi all'elaborazione di un nuovo libro bianco della difesa, anche per poter avviare una seria riflessione sulla sostenibilita' di alcune scelte: ma non e' abbastanza. Il nostro Paese deve sospendere subito il programma F-35: fare altrimenti vorrebbe dire girarsi dall'altra parte difronte agli occhi smarriti degli studenti, dei disoccupati, dei cassaintegrati, dei precari, dei padri di famiglia che non arrivano a fine mese e attendono risposte dalla politica. Questa - conclude - non e' retorica e non e' demagogia, ma e' una risposta reale alla crisi del Paese''. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, Renzi: brogli? Siamo seri, polemiche stanno a zero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari