domenica 22 gennaio | 00:54
pubblicato il 04/lug/2013 12:42

F-35: Grillo, ieri riunito Consiglio dei Ministri presieduto...(1 upd)

(ASCA) - Roma, 4 lug - Ieri al Quirinale si e' riunito il Consiglio dei Ministri sotto la presidenza del Presidente della Repubblica ed ha deciso di continuare sul progetto di acquisto dei cacciabombardieri F-35. E' quanto lascia intendere Beppe Grillo sul suo blog facendo riferimento alla riunione di ieri al Quirinale del Consiglio Supremo di Difesa, presieduto da Giorgio Napolitano e composto, fra gli altri, dal presidente del Consiglio e numerosi ministri. Una riunione nella quale, come si e' letto ieri nel comunicato, si e' sostenuto che il Parlamento non puo' porre veti a decisioni operative in materia di difesa prese dal governo.

Chiaro il riferimento al tanto contestato progetto F-35.

Il Consiglio Supremo di Difesa, spiega Grillo, ''si e' riunito in tutta fretta non per tutelare i confini della Patria, per una guerra in corso o per accertare la presenza di spie nel Paese. Si e' riunito per dichiarare guerra al Parlamento. Ha avvertito i parlamentari non hanno alcun diritto di veto sui programmi di ammodernamento delle Forze Armate e quindi che sugli F35 deve decidere il governo''.

''Un cittadino - continua Grillo - si immagina che dietro al Consiglio Supremo di Difesa ci siano generali con file di medaglie sul petto e ammiragli in alta uniforme con mostrine, distintivi e stellette. Nulla di tutto cio'. Il Consiglio - spiega - e' presieduto da Napolitano e formato da: presidente del Consiglio dei ministri (con funzioni di vicepresidente): Capitan Findus Letta; ministro degli Esteri: Bonino; ministro dell'Interno: Alfano; ministro dell'Economia e delle Finanze: Saccomanni; ministro della Difesa: Mauro; ministro dello Sviluppo Economico: Zanonato; Capo di Stato maggiore della Difesa: Luigi Binelli Mantelli. Altre personalita' - sono ancora parole di Grillo - possono essere invitate''.

Il Consiglio, prosegue nel suo attacco l'ex comico genovese, ''si riunisce due volte all'anno ed e' convocato dal presidente della Repubblica, anche dietro richiesta del Presidente del Consiglio dei ministri, ogniqualvolta ne ravvisino la necessita' (e questa volta era necessario!).

In pratica e' un Consiglio dei ministri con Napolitano a capotavola al posto di Letta. Ricapitoliamo: - il Parlamento a maggioranza non ravvisa la necessita' di nuovi F35; - il governo sa di non poter porre il voto di fiducia per evitare di cadere; - il governo, con un gioco di prestigio, si trasforma nel Consiglio Supremo di Difesa con a capo Napolitano; - il Consiglio Supremo di Difesa (in sostanza il governo mascherato); decide che sugli F35 deve decidere il governo; il Parlamento e' una scatola di tonno vuota''.

fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4