sabato 03 dicembre | 23:29
pubblicato il 13/gen/2014 13:35

Expo 2015: Pisapia, tentativi infiltrazioni inevitabili ma li fermeremo

Expo 2015: Pisapia, tentativi infiltrazioni inevitabili ma li fermeremo

(ASCA) - Milano, 13 gen 2014 - ''I tentativi di infiltrazione mafiosa nell'Expo, in una Regione ricca come la Lombardia, sono purtroppo inevitabili. Ma quello che sara' evitabile e sara' evitato e' che questi tentativi diventino realta'''.

Questa la parola d'ordine del sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, che questa mattina ha sottoscritto insieme al ministro dell'Interno, Angelino Alfano, al commissario Expo, Giuseppe Sala, e al presidente della Regione, Roberto Maroni, il protocollo ribattezzato 'Expo mafia free'.

''Milano e l'Italia non abbassano la guardia'', ha detto il primo cittadino milanese, sottolineando che contro la criminalita' organizzata ''andiamo avanti tutti insieme'' a prescindere dai differenti colori politici.

Da Pisapia un'altra riflessione: ''Quando ci sono gli interventi della magistratura non bisogna essere preoccupati.

Sarei piu' preoccupato se non ci fossero indagini e arresti''.

fcz/rob/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Riforme
Referendum, Salvini cavalca no per battezzare destra trumpista
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari