sabato 21 gennaio | 23:25
pubblicato il 10/giu/2014 15:22

Expo 2015-Mose: De Girolamo,escludere chi bara da gare appalto pubbliche

Expo 2015-Mose: De Girolamo,escludere chi bara da gare appalto pubbliche

(ASCA) - Roma, 10 giu 2014 - ''Le tristi vicende di Expo e del Mose facciano da stimolo a tutte le forze politiche. Il Nuovo Centrodestra ha le idee chiare: chi bara per vincere le gare d'appalto e si aggiudica lavori utilizzando trucchi e corruzione deve essere escluso da qualsiasi pubblico incanto. Ma soprattutto si' alla composizione delle commissioni esaminatrici tramite sorteggio. Non e' ammissibile che quando si costituisce una commissione giudicatrice per una gara d'appalto sia la stessa stazione appaltante a nominare i componenti dell'organismo che poi assegnera' l'opera da realizzare''. Lo afferma il capogruppo di Ncd alla Camera, Nunzia De Girolamo sostenendo che ''la lotta alla corruzione e' una condizione indispensabile per la ripresa economica del nostro Paese. Basti pensare che secondo la prima relazione della Commissione Europea sulla corruzione (febbraio 2014) il fenomeno costa all'economia europea 120 miliardi di euro l'anno, pari all'1 per cento del Pil comunitario. A noi tocca un primato ancor peggiore - dice De Girolamo - il 76% dei rispondenti all'indagine pensa che la corruzione sia un fenomeno diffuso nel proprio Paese, ma in Italia questa percezione sale addirittura al 97%, collocandoci anche al 69esimo posto nella classifica di Transparency International.

I costi economici indiretti di questa piaga che e' sociale e culturale, ancor prima che politica - spiega - rappresentano una vera e propria tassa che va ad aggiungersi alle tante altre che gia' vessano imprese e contribuenti. Perche' il nostro Paese torni a correre ed essere competitivo deve liberarsi anche da questo peso''.

Ora ''abbiamo davanti una sfida che il Paese non puo' permettersi di perdere. Adesso aspettiamo che il consiglio dei Ministri presenti le norme anticorruzione tra cui dovrebbe rientrare anche quella che attribuisce poteri straordinari a Cantone. A lui - conclude De Girolamo - va la nostra fiducia e stima, nella consapevolezza che i ''nemici' contro cui dovra' combattere si annidano anche in un eccesso di burocrazia, di legislazione e nella lentezza della giustizia''.

com-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4