lunedì 05 dicembre | 18:02
pubblicato il 12/ott/2012 14:14

Expo 2015/ Monti: Mai Italia ha deluso, faremo bene e in tempo

Lo dimostrano Olimpiadi invernali di Torino e altri precedenti

Expo 2015/ Monti: Mai Italia ha deluso, faremo bene e in tempo

Milano, 12 ott. (askanews) - Il presidente del Consiglio, Mario Monti, ha ringraziato i delegati dei paesi che hanno già confermato la loro presenza all'Expo 2015 e ha sottolineato che la loro fiducia "non sarà delusa". Intervenuto durante l'International participants meeting di Milano, il premier ha detto di essere venuto per "confermare l'impegno molto concreto e molto serio" dell'Italia sulla manifestazione. Dopo aver citato altri eventi internazionali come i Giochi olimpici invernali di Torino del 2006 e l'Esposizione universale di Milano del 1906, Monti ha sottolineato: "Oggi come allora l'Italia si sta impegnando sul successo di questo evento avendo cura anche del principio dell'Expo stesso che è quello di non sprecare". Il premier ha infine garantito che il lavoro sarà fatto "bene e in tempo" sotto la vigilanza del governo stesso.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Accordo Altec-Virgin Galactic: l'Italia avrà il suo spazioporto
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari