sabato 10 dicembre | 08:17
pubblicato il 14/lug/2014 15:07

Expo 2015: Maroni indagato a Busto Arsizio

(ASCA) - Milano, 14 lug 2014 - Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, risulta indagato dalla Procura di Busto Arsizio per presunte irregolarita' su due contratti Expo.

L'avviso di garanzia e' stato notificato questa mattina dai Carabinieri del Noe che si sono recati negli uffici del governatore lombardo a Palazzo Lombardia. Il reato ipotizzato nei confronti di Maroni e' quello di ''induzione indebita a dare o promettere utilita'''. Nel mirino degli inquirenti bustocchi sono finite presunte irregolarita' in due contratti di collaborazione a termine su progetti legati a Expo 2015, stipulati non dalla Regione ma dalle societa' Expo ed Eupolis. La conferma arriva dallo stesso staff del governatore che in una nota precisa: ''Il Presidente Maroni e' stato nel suo ufficio e ha preso visione dei documenti relativi alla contestazione. Si e' reso immediatamente disponibile agli Uffici del Procuratore per chiarire la regolarita' e correttezza della questione''.

fcz/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina