domenica 11 dicembre | 05:06
pubblicato il 16/ott/2013 12:00

Ex M5S al Senato fondano il "Gap": 'Ma restiamo all'opposizione'

De Pin: no partitino. Zaccagnini: promesse tradite per marketing

Ex M5S al Senato fondano il "Gap": 'Ma restiamo all'opposizione'

Roma, 16 ott. (askanews) - Dopo le polemiche, gli scontri, le accuse di "tradimento", gli ex del Movimento 5 stelle cominciano a organizzarsi: è nata, all'interno del gruppo misto, la componente Gap, Gruppi di azione popolare, presentata questa mattina al Senato nel corso di una conferenza stampa. Ne fanno parte tre senatrici, l'espulsa Adele Gambaro e le fuoriuscite Fabiola Anitori e Paola De Pin, e un deputato, Adriano Zaccagnini. Traditori? "No, io - ha spiegato Gambaro ai cronisti, a margine della conferenza stampa - sono stata mandata via dal Movimento 5 stelle per aver espresso una opinione (su Beppe Grillo, ndr) e questo è molto grave. Va contro la Costituzione che loro dicono di difendere, l'articolo 21 sulla libertà di espressione". "Vogliamo dialogare e non distruggere - ha precisato De Pin, che aveva annunciato, in un drammatico scontro in aula con i suoi ex colleghi di gruppo, la fiducia a Letta il 2 ottobre - ma rimaniamo all'opposizione. In quei giorni l'Italia era sotto scacco, e ascoltando la gente, gli amici, i conoscenti, nessuno voleva andare a votare. Non abbiamo nemici", ha sostenuto De Pin, che ha anche garantito: "Non siamo un nuovo partitino e non abbiamo finanziamenti pubblici". Nel corso della presentazione della nuova iniziativa, i presenti si sono sforzati di non nominare Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio, ma gli strali polemici non sono mancati. M5S ha "disatteso le promesse per perseguire un progetto di marketing", ha sostenuto Zaccagnini. In ogni caso, ha aggiunto Gambaro, il legame con il movimento originario non è reciso: "I meetup sono divisi, noi siamo stati contattati da molti attivisti da Nord a Sud, stanno con noi". Non c'è, per ora, un vero e proprio programma piolitico né una struttura organizzata, ma delle priorità i Gap se le sono date, come ha spiegato Gambaro: "Legge elettorale, giustizia civile che da noi è la più lenta d'Europa, detassazione del lavoro e lotta alla precarietà, limitazione del finanziamento pubblico dei partiti, tetto a pensioni d'oro e stipendi pubblici, riduzione della pressione fiscale".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina