sabato 03 dicembre | 06:19
pubblicato il 15/mag/2014 17:31

Europee: Movimenti, appello ai candidati. ''Fermate il Ttip''

(ASCA) - Roma, 15 mag - Un appello ai candidati al Parlamento Europeo ''perche' si impegnino a far conoscere ai loro elettori e a fermare il Trattato Transatlantico di liberalizzazione commerciale e degli investimenti in discussione tra Stati Uniti e Ue (Ttip), perche' dannoso per la protezione dei diritti, della qualita' dell'ambiente e del cibo, dell'occupazione e della democrazia stessa dell'Unione''. E la proposta di rilanciare il tema, nel corso del Semestre di presidenza italiana dell'Unione, con un incontro a Bruxelles e uno nel Parlamento italiano, in cui mettere a confronto le posizioni e le iniziative parlamentari e quelle della societa' civile, con la creazione di due integruppi parlamentari sui negoziati commerciali, uno a Bruxelles e uno a Roma, in stretta connessione tra loro. E' la proposta lanciata nel corso di una conferenza stampa organizzata alla sala stampa della Camera dalla Campagna Stop Ttip, che unisce oltre 60 realta' della societa' civile italiana, laica e cattolica, sindacati e movimenti ed e' sostenuta da Sel, esponenti del Movimento Cinque Stelle, Rifondazione e Lista Tsipras. Nel giorno degli arresti a Bruxelles di oltre 300 attivisti che manifestavano contro le politiche di austerity e di liberalizzazione come il Ttip a margine dell'European Business Summit, oltre a dichiarare la propria solidarieta' ai fermata, la Campagna ha organizzato un presidio simbolico fuori Montecitorio per ricordare che sabato a Roma i movimenti italiani scenderanno in piazza contro la privatizzazione dei beni comuni, mentre da domani e fino a domenica piccoli agricoltori e artigiani di oltre 15 regioni italiane si danno appuntamento, sempre nella capitale, per Genuino clandestine, la tre giorni di dibattiti, mercati e spettacoli a sostegno dell'agricoltura contadina. Alla comferenza stampa, oltre agli esponenti di Attac Italia, Forum Italiano movimenti per l'acqua, A sud e Fairwatch, che hanno parlato a nome della campagna, sono intervenuti l'onorevole Filippo Gallinella del Movimento Cinque Stelle, i deputati di SEL Arturo Scotto, Giulio Marcon e Nicola Fratoianni, Filippo Fossati e Nuccio Iovene del PD, Adriano Zaccagnini e Ivan Catalano del Gruppo Misto e i candidati della lista Tsipras Raffaella Bolini e Argiris Panagopoulos. I parlamentari e i candidati hanno espresso il loro impegno a far calendarizzare entro giugno alla Camera una discussione della Mozione presentata da Sel sul tema, e di tutti i provvedimenti assunti intorno al negoziato che preoccupa per il suo carattere di segretezza, e per gli impatti incerti che avrebbe sull'economia del nostro Paese.

Ampia disponibilita' e' stata confermata da tutti i gruppi a costituire un coordinamento parlamentare sul tema, e ad ospitare successive iniziative di confronto con Governo e Commissione.

red-sis/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari