domenica 22 gennaio | 19:59
pubblicato il 08/apr/2014 12:26

Europee: Grillo lancia raccolta fondi, ''ci serve 1 milione di euro''

Europee: Grillo lancia raccolta fondi, ''ci serve 1 milione di euro''

(ASCA) - Roma, 8 apr 2014 - ''Dove avete messo le liste della Calabria? Della Valle d'Aosta? Non trovo la Puglia, non trovo la Puglia! Signori siamo ridotti cosi', nell'era della digitalizzazione totale, Casaleggio Associati - primi nel mondo come software - siamo pieni di faldoni, di carte, 600 liste per le Amministrative. Adesso siamo alle Europee.

Secondo i nostri sondaggi per le europee siamo circa all'85%, allora devo fare qualche cosa per abbassare il gradimento''.

E' quanto scrive Beppe Grillo sul suo blog, in un post dal titolo ''Obiettivo: 1 milione di euro #vinciamonoi''.

''Non lo so, faro' qualche cosa di clamoroso, mi mettero' della droga in macchina - ironizza Grillo -. Comunque voglio dirvi una cosa, noi andiamo a una guerra all'ultimo sangue. O eliminiamo questa classe politica imprenditoriale corrotta, fino al midollo, o non ne usciamo. E' inutile parlare di Lira, Euro, se poi rimangono gli stessi economisti, banchieri e via dicendo. Quindi andiamo a fare elezioni straordinarie.

Abbiamo fatto le primarie, e siamo stati gli unici. 33 mila persone hanno espresso 90 mila preferenze, adesso abbiamo 73 candidati sconosciuti alle procure di tutta Italia. Le procure sono in clamoroso allarme, non sanno chi sono. Noi andremo li', ma abbiamo bisogno di fondi, perche' siamo ridotti cosi', faldoni, faldoni, firme, non faccio altro che firmare dal notaio. Mi sono fidanzato con un notaio''.

''Dobbiamo andare alle Europee con una forza tremenda e fare vedere che cosa puo' diventare il Parlamento europeo. Ci servono dei soldi - spiega Grillo -, non vi chiedo tanto. Un milione di euro. Contribuiremo tutti, 5, 10, 20, 1000. Pochi ma buoni, pochi da tutti. Faremo come le politiche di due anni fa: abbiamo fatto una cosa meravigliosa, abbiamo raccolto 750 mila Euro, se vi ricordate, ne abbiamo spesi 350 mila. E i rimanenti 450 mila li abbiamo distribuiti: la prima tranche di 380 ai terremotati del modenese, adesso e' aprile e daremo la differenza, ancora 80 mila Euro. Faremo la stessa cosa, se avanzeranno dei soldi questa volta deciderete voi, decidera' la rete a chi dare la differenza dei soldi che resteranno. Abbiamo bisogno di soldi, perche' noi non ne prendiamo da nessuno, non prendiamo neanche il due per mille, neanche il due per mille ci hanno detto, perche' noi non siamo un partito politico, e siamo orgogliosi di non esserlo! Pero' abbiamo bisogno di una forza tremenda e anche un pochino di forza economica. Io vi abbraccio, vinciamo noi, siamo ai sondaggi, l'ultimo mi e' arrivato trenta secondi fa, siamo al 92%, devo fare qualche cosa di clamoroso per abbassare il gradimento! Vinciamonoi!''.

red/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4