giovedì 23 febbraio | 15:24
pubblicato il 09/set/2014 15:55

Eterologa: Sacconi a Zaia, ci vuole una legge

(ASCA) - Venezia, 9 set 2014 - Una legge per la fecondazione eterologa. La sollecita di nuovo Maurizio Sacconi, capogruppo Ncd in Senato, ponendo la questione a Luca Zaia, presidente del Veneto, la cui giunta approvera' oggi le linee guida.

''Chiedo in particolare a Zaia, presidente di una giunta di centrodestra, che si e' fortemente impegnato per l'avvio della procreazione con elementi umani estranei alla coppia, come, in assenza di una legge, voglia garantire - puntualizza Sacconi -: la sicurezza sanitaria delle donazioni rispetto ai portatori sani di malattie 2) la gratuita' di esse ovunque prodotte 3) la gestione solidale delle donazioni senza cataloghi e possibilita' di selezione della specie umana 4) il limite di donazioni per donatore per evitare incesti nel futuro. Tutto cio' depone in favore del modello Avis, ovvero della gratuita', solidarieta', tracciabilita' delle donazioni. Solo una legge puo' garantire questi esiti con le relative sanzioni''.

fdm/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Grana Padano, nuovo marchio indica provenienza latte su confezioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech