mercoledì 18 gennaio | 03:43
pubblicato il 04/set/2014 17:29

Eterologa, D'Alia (Udc): su vita non decidano Regioni

Precedente pericoloso, parliamo di diritti indisponibili (ASCA) - Roma, 4 set 2014 - "Sulla fecondazione eterologa rischiamo di creare un pericoloso precedente: la vita e' un diritto indisponibile e non si puo' regolare per via amministrativa, attraverso un accordo tra le regioni". Lo afferma in una nota Gianpiero D'Alia, deputato e presidente dell'Udc.

"Ha ragione - aggiunge - la collega Paola Binetti: si sta aprendo una corsia preferenziale che viola le regole, oltre che il buonsenso. In attesa che la Consulta ci spieghi i motivi di quella discutibile decisione, si puo' avviare un ragionamento in Parlamento per una legge bilanciata, che parta dalla tutela del bambino".

Pol/Bac

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa