sabato 10 dicembre | 23:31
pubblicato il 04/set/2014 17:29

Eterologa, D'Alia (Udc): su vita non decidano Regioni

Precedente pericoloso, parliamo di diritti indisponibili (ASCA) - Roma, 4 set 2014 - "Sulla fecondazione eterologa rischiamo di creare un pericoloso precedente: la vita e' un diritto indisponibile e non si puo' regolare per via amministrativa, attraverso un accordo tra le regioni". Lo afferma in una nota Gianpiero D'Alia, deputato e presidente dell'Udc.

"Ha ragione - aggiunge - la collega Paola Binetti: si sta aprendo una corsia preferenziale che viola le regole, oltre che il buonsenso. In attesa che la Consulta ci spieghi i motivi di quella discutibile decisione, si puo' avviare un ragionamento in Parlamento per una legge bilanciata, che parta dalla tutela del bambino".

Pol/Bac

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina