lunedì 27 febbraio | 06:06
pubblicato il 04/set/2014 18:51

Eterologa, Balduzzi: ci vuole una legge statale

(ASCA) - Roma, 4 set 2014 - "Mi sembra difficile, sotto il profilo giuridico-costituzionale, sostenere che siano sufficienti decisioni amministrative delle Regioni, singole o in conferenza, per regolare la fecondazione eterologa". Lo afferma in una nota Renato Balduzzi, presidente della Commissione parlamentare per le questioni regionali.

"Tali tecniche - aggiunge - vanno a incidere infatti su diritti fondamentali della persona, a cominciare da quello a conoscere la propria origine biologica. Anche la distinzione tra scelta delle caratteristiche fenotipiche, ammessa, e selezione eugenetica, vietata, non puo' trovare la propria fonte in una mera decisione amministrativa".

(Segue) Pol/Bac

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech