martedì 28 febbraio | 00:03
pubblicato il 13/ott/2011 09:51

Escort/Palma avverte Csm:Ispezioni un dovere, non tocchi Miller

Singolare iniziativa su capo ispettori, mi auguro si fermi

Escort/Palma avverte Csm:Ispezioni  un dovere, non tocchi Miller

Roma, 13 ott. (askanews) - "E' singolare che la pratica si sia mossa il giorno dopo che ho firmato le richieste ispettive a Napoli e Bari" e in ognio caso "non credo che la pratica possa arrivare a tanto". Il ministro della Giustizia Francesco Nitto Palma, in diverse interviste e colloqui su quotidiani e radiofoniche, ha messo fra l'altro un guardia Palazzo Marescialli dal dare seguito alla pratica di richiamo in servizio attivo in magistratura dal ministero del capo degli ispettori Arcibaldo Miller, a seguito dei sospetti mossi da alcuni consiglieri sulla serenità del suo lavoro di ispettore negli uffici giudiziari di Napoli da cui Miller si trasferì per i problemi avuti. "Cosa accadrà - si è domandato il Guardasigilli all'indirizzo del Csm- se il giorno dopo l'iniziativa di un pm contro un politico, magari del mio schieramento, decido di inviare un'ispezione in quella procura: denunceranno le intimidazioni del ministro....?".Senza mancare una notazione in più su Napoli rispetto a Bari: "Aggiungo - ha voluto evidenziare il Guardasigilli- che Napoli non più alcun processo...". Di contro, Palma invita l'autogoverno a guardare con fiducia e rispetto alle ispezioni da lui ordinate a Napoli e Bari, difendone con determinazione necessità e regolarità, scevre da ogni pregiudizio politico. "Io ho fatto - ha affermato il ministro- quello che dovevo fare. Un mese fa parlamentari Pdl hanno presentato interrogazioni sul caso Napoli e parlamentari Pd, invece, si sono rivolti a me sul tema di ritardi del Procuratore di Bari. Ho attivato prima gli accertamenti preliminari sollecitando i Pg Generali per acquisire elementi sui fatti. Ho acquisito i materiali e sono arrivato alla conclusione che i fatti hanno una loro apprezzabilità. E ho disposto le inchieste per approfondire i problemi: era mio dovere farlo. All'esito delle ispezioni si deciderà se esercitare o meno l'azione disciplinare". (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech