mercoledì 22 febbraio | 23:32
pubblicato il 24/apr/2013 17:06

E.Romagna/Terremoto: Errani, passo avanti decreto ma non basta

E.Romagna/Terremoto: Errani, passo avanti decreto ma non basta

(ASCA) - Bologna, 24 apr - ''Un altro passo positivo e doveroso, necessario alla prosecuzione degli interventi, ma non basta''. Cosi' il commissario straordinario per la ricostruzione Vasco Errani, e presidente della regione Emilia Romagna, commenta in una nota l'approvazione odierna del decreto legge da parte del Consiglio dei ministri che proroga al 31 dicembre 2014 lo stato di emergenza conseguente al sisma del 20 e 29 maggio 2012 e riapre i termini dei finanziamenti agevolati anche per il pagamento dei tributi.

''Cosi' - scrive Errani - si evita una pericolosa incertezza nell'azione delle istituzioni e si garantisce un po' di respiro alle imprese. Ma non basta'', sottolinea il governatore. ''Ora - aggiunge - ci aspettiamo che le camere, con l'impegno in prima linea dei parlamentari emiliano-romagnoli, introducano una serie di altre indispensabili e indifferibili misure''.

Come illustra anche l'assessore regionale alle Attivita' produttive, Giancarlo Muzzarelli, ''adesso e' necessario in primo luogo il completamento del pacchetto fiscale: l'inserimento - fra i beneficiari - delle imprese con pesanti cali di fatturato; la sospensione e revisione degli studi di settore; l'eliminazione di ogni interpretazione equivoca sulla detassazione dei contributi pubblici e dei rimborsi assicurativi e la possibilita' di spalmare le perdite del 2012 nei cinque bilanci successivi''.

In secondo luogo la regione chiede l'irrinunciabile modifica, da parte del Parlamento, del patto di stabilita' dei comuni e la correzione delle norme sulle assunzioni del personale per consentire alla struttura commissariale, ai comuni e alle prefetture di far fronte alla mole di lavoro legata al riconoscimento dei contributi e al controllo della legalita'.

Ai ministeri competenti si chiede, inoltre, di attuare con urgenza i provvedimenti gia' adottati dal Parlamento per i crediti d'imposta sugli investimenti e le assunzioni qualificate, il credito agevolato (Fri), il trasferimento dei fondi per la ricerca e l'applicazione degli ammortizzatori sociali a favore dei lavoratori precari e dei lavoratori autonomi.

''Infine - conclude l'assessore Muzzarelli - proponiamo che per l'accesso ai contributi dei proprietari di abitazioni sia sufficiente il contratto d'affitto, anche senza la residenza anagrafica; che il credito d'imposta del 50% per le ristrutturazioni edilizie sia reso permanente e si istituisca un fondo per coprire la differenza di interessi accollata alle famiglie a seguito della sospensione delle rate dei mutui''. ''Per sostenere le imprese - conclude l'assessore emiliano-romagnolo - pensiamo sia necessario garantire le mancate entrate di quelle multiservizi, ricomprendere fra i beneficiari le imprese in concordato, rinnovare con correzioni a favore di artigiani e agricoltori il bando relativo ai fondi Inail per il rafforzamento locale degli edifici produttivi e introdurre un'agevolazione specifica con credito d'imposta per il miglioramento sismico''.

com-stt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Pd
Pd, Orfini: dopo Emiliano spero ci ripensino Rossi e Speranza
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech