domenica 22 gennaio | 04:56
pubblicato il 10/lug/2014 13:15

Equitalia: Causi (Pd), riforma in decreti attuativi delega fiscale

(ASCA) - Roma, 10 lug 2014 - ''La riforma della riscossione e la riorganizzazione di Equitalia sono gia' scritte nella legge delega di riforma fiscale che il Governo Renzi ha cominciato ad attuare con il primo decreto dedicato alle semplificazioni fiscali''. Cosi' dichiara Marco Causi, capogruppo Pd in Commissione Finanze alla Camera, ai margini della discussione che ha portato l'aula di Montecitorio a respingere il progetto di legge dei 5 stelle per la soppressione di Equitalia. ''La riforma prevede di differenziare le modalita' di riscossione, rendendo piu' leggere e meno onerose quelle relative a somme di modesta entita', di riorganizzare norme e organizzazione per la riscossione locale e di rivedere l'assetto di Equitalia e il suo funzionamento. Rispetto a questo percorso, fissato dall'articolo 10 della legge delega, su cui i 5 stelle si erano astenuti, la proposta degli stessi 5 stelle di procedere alla soppressione dell'ente dedicato alla riscossione delle imposte non pagate e' intempestiva e, soprattutto, inattuabile. Basti pensare che questa proposta costerebbe parecchie decine di miliardi di mancato gettito, e parecchie centinaia di milioni di ulteriori costi di riscossione, come ha evidenziato la relazione tecnica, e che quindi non poteva comunque essere sottoposta al voto per assenza di copertura finanziaria''.

''Abbiamo proposto al M5S di riportare in Commissione la discussione su Equitalia - continua Causi - e di basarla sul testo della delega fiscale. Di fronte al rifiuto di questa ragionevole proposta, la maggioranza non poteva che respingere il progetto di legge, per senso di responsabilita' e per non creare un vero e proprio caos nel delicatissimo settore della riscossione dei tributi''.

''Il giudizio politico a me sembra chiarissimo'', sottolinea Causi: ''L'unico obiettivo dei 5S era un facile e demagogico richiamo populistico anti-tasse, e non certo la volonta' di confrontarsi e di contribuire a un processo di riforma. Anche in questo campo, il Governo Renzi e la maggioranza che lo sostiene mandera' in porto questa importante riforma, con l'obiettivo di tutelare la legalita' ma anche di ridurre i costi e gli adempimenti a carico dei cittadini, soprattutto per le somme di piccola entita'''.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4