domenica 04 dicembre | 07:40
pubblicato il 10/lug/2014 13:15

Equitalia: Causi (Pd), riforma in decreti attuativi delega fiscale

(ASCA) - Roma, 10 lug 2014 - ''La riforma della riscossione e la riorganizzazione di Equitalia sono gia' scritte nella legge delega di riforma fiscale che il Governo Renzi ha cominciato ad attuare con il primo decreto dedicato alle semplificazioni fiscali''. Cosi' dichiara Marco Causi, capogruppo Pd in Commissione Finanze alla Camera, ai margini della discussione che ha portato l'aula di Montecitorio a respingere il progetto di legge dei 5 stelle per la soppressione di Equitalia. ''La riforma prevede di differenziare le modalita' di riscossione, rendendo piu' leggere e meno onerose quelle relative a somme di modesta entita', di riorganizzare norme e organizzazione per la riscossione locale e di rivedere l'assetto di Equitalia e il suo funzionamento. Rispetto a questo percorso, fissato dall'articolo 10 della legge delega, su cui i 5 stelle si erano astenuti, la proposta degli stessi 5 stelle di procedere alla soppressione dell'ente dedicato alla riscossione delle imposte non pagate e' intempestiva e, soprattutto, inattuabile. Basti pensare che questa proposta costerebbe parecchie decine di miliardi di mancato gettito, e parecchie centinaia di milioni di ulteriori costi di riscossione, come ha evidenziato la relazione tecnica, e che quindi non poteva comunque essere sottoposta al voto per assenza di copertura finanziaria''.

''Abbiamo proposto al M5S di riportare in Commissione la discussione su Equitalia - continua Causi - e di basarla sul testo della delega fiscale. Di fronte al rifiuto di questa ragionevole proposta, la maggioranza non poteva che respingere il progetto di legge, per senso di responsabilita' e per non creare un vero e proprio caos nel delicatissimo settore della riscossione dei tributi''.

''Il giudizio politico a me sembra chiarissimo'', sottolinea Causi: ''L'unico obiettivo dei 5S era un facile e demagogico richiamo populistico anti-tasse, e non certo la volonta' di confrontarsi e di contribuire a un processo di riforma. Anche in questo campo, il Governo Renzi e la maggioranza che lo sostiene mandera' in porto questa importante riforma, con l'obiettivo di tutelare la legalita' ma anche di ridurre i costi e gli adempimenti a carico dei cittadini, soprattutto per le somme di piccola entita'''.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari