mercoledì 07 dicembre | 17:33
pubblicato il 06/mar/2014 12:37

Enti locali: Saitta, in un anno costi partecipate cresciuti di 1 mld

(ASCA) - Roma, 6 mar 2014 - ''L'allarme che rilancia oggi il Presidente della Corte dei Conti e' serissimo: secondo le nostre analisi, i costi delle societa' e degli enti strumentali sono aumentati di oltre 1 miliardo dal 2012 al 2013. Chiediamo da tempo che il Governo e il Parlamento intervengano con norme stringenti per bloccare il moltiplicarsi di queste strutture che, come sottolinea il presidente Squitieri, sono le zone grigie del bilancio dello Stato perche' non possono nemmeno essere controllate dalla magistratura contabile''. Lo dichiara il Presidente dell'Upi, Antonio Saitta, commentando le dichiarazioni del Presidente della Corte dei Conti rispetto alle societa' partecipate degli enti locali. Secondo quanto desumibile dalla Banca dati Siope del Ministero dell'economia, infatti, i costi di questi enti, di cui non si individua un numero certo, sono passati da 7,4 miliardi del 2012 a 8,4 miliardi del 2013. Nel dettaglio il costo degli Ato (che dovrebbero essere aboliti dal 2010) nel 2013 e' stato di oltre 126 milioni di euro; i Bacini imbriferi Montani sono costati 254 milioni di euro; il costo dei Consorzi e' passato da oltre 459 milioni di euro a piu' di 583 milioni di euro. ''E' evidente che analizzando le cifre si comprende come le societa' strumentali siano diventate in molti casi lo strumento degli enti per aggirare il blocco del patto di stabilita'. Ma non e' questa la soluzione: continuare a tenere in piedi strutture che impropriamente gestiscono funzioni tipiche delle istituzioni locali non fa che aumentare la zona grigia del bilancio pubblico incontrollato.

E' un tema che abbiamo proposto al Governo Monti e al Governo Letta, presentando puntuali dossier e proposte normative, finalizzate al contenimento della spesa pubblica per liberare risorse a favore degli investimenti, un tema che ci e' sempre stato a cuore. Fino ad oggi nessuno ha avuto la forza di intervenire: anche su questo crediamo debba misurarsi il Governo Renzi, perche' e' qui che si puo' fare la vera spending review''. rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni