venerdì 24 febbraio | 23:20
pubblicato il 06/mar/2014 12:37

Enti locali: Saitta, in un anno costi partecipate cresciuti di 1 mld

(ASCA) - Roma, 6 mar 2014 - ''L'allarme che rilancia oggi il Presidente della Corte dei Conti e' serissimo: secondo le nostre analisi, i costi delle societa' e degli enti strumentali sono aumentati di oltre 1 miliardo dal 2012 al 2013. Chiediamo da tempo che il Governo e il Parlamento intervengano con norme stringenti per bloccare il moltiplicarsi di queste strutture che, come sottolinea il presidente Squitieri, sono le zone grigie del bilancio dello Stato perche' non possono nemmeno essere controllate dalla magistratura contabile''. Lo dichiara il Presidente dell'Upi, Antonio Saitta, commentando le dichiarazioni del Presidente della Corte dei Conti rispetto alle societa' partecipate degli enti locali. Secondo quanto desumibile dalla Banca dati Siope del Ministero dell'economia, infatti, i costi di questi enti, di cui non si individua un numero certo, sono passati da 7,4 miliardi del 2012 a 8,4 miliardi del 2013. Nel dettaglio il costo degli Ato (che dovrebbero essere aboliti dal 2010) nel 2013 e' stato di oltre 126 milioni di euro; i Bacini imbriferi Montani sono costati 254 milioni di euro; il costo dei Consorzi e' passato da oltre 459 milioni di euro a piu' di 583 milioni di euro. ''E' evidente che analizzando le cifre si comprende come le societa' strumentali siano diventate in molti casi lo strumento degli enti per aggirare il blocco del patto di stabilita'. Ma non e' questa la soluzione: continuare a tenere in piedi strutture che impropriamente gestiscono funzioni tipiche delle istituzioni locali non fa che aumentare la zona grigia del bilancio pubblico incontrollato.

E' un tema che abbiamo proposto al Governo Monti e al Governo Letta, presentando puntuali dossier e proposte normative, finalizzate al contenimento della spesa pubblica per liberare risorse a favore degli investimenti, un tema che ci e' sempre stato a cuore. Fino ad oggi nessuno ha avuto la forza di intervenire: anche su questo crediamo debba misurarsi il Governo Renzi, perche' e' qui che si puo' fare la vera spending review''. rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech