venerdì 09 dicembre | 15:08
pubblicato il 07/mar/2014 11:25

Enti locali: Filippeschi (Legautonomie), i Comuni sono all'asfissia

(ASCA) - Firenze, 7 mar 2014 - ''I Comuni sono all'asfissia e le difficolta' dello Stato si scaricano sulle comunita' locali''. Lo ha detto Marco Filippeschi, aprendo a Firenze il convegno nazionale di Legautonomie dedicato alla finanza locale. ''Dal 2010 ad oggi - ha sottolineato - manovra dopo manovra, i tagli ai trasferimenti e i vincoli sempre piu' soffocanti del patto interno di stabilita' hanno costretto gli enti locali a comprimere le spese, soprattutto di investimento (-32% tra il 2009 e il 2013), e ad aumentare la pressione fiscale (+20% tra il 2009 e il 2013) in un quadro di progressiva ricentralizzazione della finanzapubblica. Eppure secondo i recenti dati di Bankitalia alla fine del 2013 il debito delle Amministrazioni locali (107,6 miliardi) era solo pari al 5,2 per cento del debito complessivo delle Amministrazioni pubbliche, diminuitodi 7,7 miliardi di euro rispetto all'anno precedente.

Dunque sarebbe ben strano che nel momento in cui si parla di Senato delle autonomie e di associare il sistema dei poteri locali alla definizione dell'indirizzo politico generale del paese, di condivisione degli obiettivi di risanamento, si rimettesse in discussione alla radice l'impianto del federalismo fiscale''.

Per Filippeschi ''il primo obiettivo e' ridisegnare il patto interno di stabilita', anche alla luce della legge attuativa del pareggio di bilancio, potenziando le misure di flessibilita' - i patti di solidarieta' - necessarie a rendere piu' sostenibili gli obiettivi degli enti locali soggetti ai vincoli del patto e consentendo, gia' nel 2014,investimenti mirati nell'edilizia scolastica e in piccole opere pubbliche in grado di sostenere l'economia localee il contrasto alla disoccupazione''. Inoltre ''anche la revisione del catasto, contemplata anch'essanella delega fiscale, e' quanto mai urgente. E' infatti importante pervenire ad una corretta valutazione dei valori immobiliari.

Un ancoraggio delle future forme di imposizione comunale a valori catastali che divergono fortemente dai valori di mercato si trascinerebbe dietro forti iniquita' e disparita' sociali insopportabili''.

afe/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Braccio di ferro nel Pd, Renzi tiene punto: governo con tutti
M5s
Grillo richiama M5s: programma unico per i candidati premier
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Veronafiere, Usa: le regole import sui vini biologici
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina