lunedì 20 febbraio | 08:05
pubblicato il 15/feb/2013 12:00

Elezioni/Montezemolo:Italia torni paese per chi produce e lavora

Nessuna maledizione condanna l'Italia al declino

Elezioni/Montezemolo:Italia torni paese per chi produce e lavora

Roma, 15 feb. (askanews) - "L'Italia deve tornare a essere un paese per chi produce e lavora. Questo è il cuore del nostro programma economico, la ragione prima del nostro impegno politico". Lo ha detto Luca Cordero di Montezemolo intervenendo alla kermesse di Scelta civica all'Eur. "Rimettere al centro - ha proseguito il presidente della Ferrari - il lavoro e la produzione, non solo per generare ricchezza ma per sconfiggere il populismo. Le opposte retoriche dei ristoranti pieni e dello Stato come grande mallevatore di ogni responsabilità individuale e collettiva ci hanno tenuto in ostaggio troppo a lungo. Siamo qui per affrancarci da questi populismi". Secondo Montezemolo "nessuna maledizione condanna l'Italia al declino". Anzi, "c'è e ci sarà sempre più fame d'Italia nel mondo, dei nostri prodotti, della nostra cultura, delle nostre bellezze paesaggistiche, delle nostre capacità".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia