venerdì 09 dicembre | 16:51
pubblicato il 29/nov/2012 21:58

Elezioni/Montezemolo: Mi preoccupa molto il rischio di populismo

Bisogna condividere poche priorità. Prima subissati da promesse

Milano, 11 dic. (askanews) - Il leader di Italia Futura, Luca Cordero di Montezemolo, ha detto di essere "molto preoccupato" dal "rischio populismo e demagogia" per quanto riguarda i prossimi mesi e i problemi da affrontare che, a suo parere, "non sono né di destra né di sinistra" come quelli di far funzionare la scuola e la burocrazia. Intervenuto durante un convegno all'Ispi, intitolato "L'Italia e la politica internazionale. Nuove responsabilità o rischio di marginalizzazione?", Montezemolo ha aggiunto che le prossime elezioni politiche sono "molto importanti" e uno dei temi di fondo è quello di "condividere due cose: poche fondamentali priorità e l'obiettivo di un clima diverso". Secondo il presidente della Ferrari non è necessario infatti condividere "un vasto programma perché in passato siamo stati subissati da programmi, annunci e promesse. A un certo punto si pensava di sconfiggere tutte le malattie...".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Braccio di ferro nel Pd, Renzi tiene punto: governo con tutti
Governo
Emiliano: Renzi si dimetta anche da segretario del Pd
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Galà di solidarietà per Amatrice a Villa Glori
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina