domenica 22 gennaio | 21:20
pubblicato il 16/ott/2012 18:47

Elezioni/Montezemolo: I partiti non ricandidino 80% degli eletti

ItaliaFutura: Necessaria iniziativa forte per rinnovare dirigenza

Elezioni/Montezemolo: I partiti non ricandidino 80% degli eletti

Roma, 16 ott. (askanews) - Con un editoriale sul sito dall'eloquente titolo "Uno, cento, mille passi indietro", l'associazione politica di Luca Cordero di Montezemolo 'ItaliaFutura' chiede alle leadership delle forze politiche di non ricandidare l'80% degli attuali parlamentari, come atto politico di "disarmo unilaterale" bipartisan. In nome di "un rinnovamenteo generale della classe dirigente" che sia frutto di "una rigorosa selezione in base alla quale solo un quinto degli attuali deputati e senatori dovrebbe essere ripresentata alla prova elettorale". "Al di là di questo o di quell'atto individuale - ha esortato ItaliaFutura- la classe politica italiana ha il dovere diassumere un'iniziativa di sistema che trasmetta un messaggio chiaro e indiscutibile. Tale sarebbe la scelta, da parte delle leadership nazionali dei partiti, di autoregolamentare la quantità e la qualità dei ricandidati alle prossime elezioni. Ovvero di operare una rigorosa selezione in base alla quale solo un quinto degli attuali deputati e senatori dovrebbe essere ripresentata alla prova elettorale". "Siamo certi - è scritto nell'editoriale- che il venti per cento rappresenti una quota sufficiente a rappresentare i casi di comprovata eccellenza ed esperienza che sicuramente esistono tra i deputati e i senatori, e che al di là del dato anagrafico dovrebbero essere individuati da ogni partito con una rigorosa selezione di merito e competenza. Si tratterebbe inoltre, da parte delle leadership nazionali, anche di un atto di saggezza verso il futuro dei propri partiti, che solo in questo modo potrebbero sperare di riguadagnare la fiducia dei cittadini e di entrare da autorevoli protagonisti nella Terza Repubblica". E "parliamo di un atto volontario: un gesto unilaterale di disarmo nei confronti di un'opinione pubblica che attende qualcosa di più concreto delle promesse, dei maquillage o della cancellazione dei nomi dal simbolo, per tornare a guardare con fiducia alle istituzioni della politica". (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: Gentiloni pronto a riferire in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4