domenica 22 gennaio | 23:49
pubblicato il 28/mag/2011 21:01

Elezioni/La campagna(scettica)di Berlusconi. E i fantasmi nel Pdl

Maggioranza teme disfatta, premier: non mollo. E studia piano B

Elezioni/La campagna(scettica)di Berlusconi. E i fantasmi nel Pdl

Roma, 28 mag. (askanews) - Lui l'ha già messo agli atti, "comunque vada non mollo". In modo che nessuno possa chiedergli un passo indietro nel caso in cui una slavina elettorale dovesse investire Pdl e governo. Ha condotto la campagna elettorale per i ballottaggi oscillando tra recriminazioni sui candidati prescelti, bulimia da videomessaggio tv e tentazioni di disimpegno. Di fatto, Silvio Berlusconi ha deciso di non decidere, di spendersi e non spendersi, di credere alla rimonta ma di non crederci davvero, fino in fondo. Tanto che nel Pdl è partita la corsa a riposizionarsi nel caso in cui "martedì", spartiacque per i berlusconiani di tutte le correnti che vanno componendosi, l'edificio dovesse traballare fino a crollare. Regna l'incertezza, ma il sentimento più diffuso resta lo scetticismo. Perché il Cavaliere, dopo aver consultato sondaggi riservati e sembra niente affatto propizi, pare aver abbandonato la speranza del ribaltone meneghino e della conquista napoletana. Poi, se contro ogni pronostico dovesse invece farcela, tenendo Milano e strappando Napoli, allora davvero le lancette tornerebbero indietro al 15 dicembre. Sarebbe un film già visto, il Pdl che invano si organizza per un 'post Berlusconi' che il Cavaliere non intende concedere ad avversari esterni e competitor interni. E' stata una campagna elettorale molto diversa rispetto al primo turno , quella di Berlusconi in vista dei ballottaggi. Che a qualche azzurro ricorda quella del 2005, quando un Berlusconi di pessimo umore si spese solo in parte e alla fine perse di brutto. Stavolta ci ha provato, almeno al primo turno. Al risultato negativo sono seguiti giorni di silenzio, una fiammata a reti unificate, una lunga intervista a Porta a Porta senza l'atteso annuncio-sorpresa sul fisco, un ultimo comizio a Napoli. Niente Milano, deserti i palchi che avrebbero dovuto ospitarlo nel suo feudo, nessuna uscita pubblica con una Moratti giudicata candidata inadatta alla rimonta. Solo uno sfogo in mondovisione con Barak Obama contro i soliti giudici. E ora, se davvero il Pdl dovesse perdere Milano e Napoli, ma anche cedere il passo a Trieste e - avrebbe del clamoroso - passare il testimone alla sinistra anche nella moderatissima Cagliari, Berlusconi cosa farà? Come risponderà alle trame di correnti che pensano già al 'dopo' e allo spettro di una Lega ormai impaziente e sempre in bilico? Al netto di colpi di scena, scenari di ribaltone o di transizione morbida, se glielo concederanno il premier proverà a rilanciare l'intesa con il Carroccio, tenterà di farsi forte del rapporto con "l'amico Umberto", spingerà sull'acceleratore di una riforma fiscale sempre annunciata e mai realizzata. E metterà mano - se i veti incrociati lo renderanno possibile - a un partito sempre più balcanizzato. A meno che non si decida alla fine a tentare la rischiosa strada di un esecutivo bis, un piano B valutato nelle ultime ore ai massimi livelli del centrodestra. In fondo, mercoledì scorso ha detto quello che davvero pensa a quei milioni di spettatori sintonizzati sul programma di Vespa: "Esiste un governo senza Berlusconi e senza voto? In questo momento mi sembra molto difficile. Se mi venisse un colpo domani mattina il Pdl avrebbe un mio successore da proporre alla Lega".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4