lunedì 23 gennaio | 01:53
pubblicato il 12/mag/2011 09:13

Elezioni/Bianchi:Con Casini mi scuso.Ma in Pdl se Udc mi caccia

Ero con la testa altrove. Non voglio credere al voto disgiunto

Elezioni/Bianchi:Con Casini mi scuso.Ma in Pdl se Udc mi caccia

Roma, 12 mag. (askanews) - "L'sms che mi ha mandato Casini ('va dove ti porte il cuore'...) mi dispiace. Mi scuso: avrò sbagliato. Ma per carità del Signore, finiamola qui...". Anche perchè "se dall'Udc mi cacciano" per non aver preso le distanze da Silvio Berlusconi che sparava sul leader del suo partito nel comizio a Crotone a sostegno della sua candidatira a sindaco con lei imperterrita e sorridente al fianco, il passaggio di Di Dorina Bianchi dallo Scudocrociato al parito del premier sarù inevitabile. Con conseguente transumanza in Senato, dove entrò come eletta nelle liste del Pd passando poi all'Udc, di un seggio di opposizione alla maggioranza. Molto, pare dui capire, dipenderà dal risultato di Crotone. A partire dalla verifica nelle urne se davvero ora lo Scudocrociato sta pensando al voto disgiunto per boicottare la propria quasi ex candidata: "non voglio crederci...", ha comentato l'interessata. A spiegarlo è la stessa candidata Udc-Pdl a sindaco di Crotone che ha replicato con interviste a diversi quotidiani alla messa all'indice da parte del suo attuale partito di appartenenza dopo il comizio di Berlusconi. "Io - ha assicurato Dorina Bianchi al Corriere della Sera- sul palco del palazzetto dello sport non mi sono accorta proprio di niente: francamente non stavo lì a memorizzare ogni sua frase, c'era un gran clamore, un enorme entusiasmo. Per capire cosa avesse fatto tanto arrabbiare ilmio partito, sono dovuta andare a risentirmi la registrazione". La candidata a sindaco ripete a non finire, infatti, che "la frase che ha così tanto inquietato Casini neanche la ho ascoltata. Ero -ha raccontato a Repubblica- con la testa totalmente altrove: felice ed emozionata per quella platea così densa e vicina. Tesa ed avviluppata in un sogno ad occhi aperti. E poi sono corsa a casa a spegnere le candeline con mio figlio che festeggiava il compleanno". Anche se, a intervista finita, con il Corsera Bianchi si è lasciata andare ad una battuta: "Ma fra Cesa e Berlusconi, secondo lei, chi è che mi riempie un palazzetto dello sport...?".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4