domenica 22 gennaio | 07:22
pubblicato il 28/gen/2013 20:10

Elezioni: Vietti, su toghe in politica ripensare la disciplina

(ASCA) - Torino, 28 gen - ''L'arbitro, una volta che si e' messo a giocare in una delle squadre, e' impensabile che torni a fare il suo mestiere originario''. E' quanto sottolinea Michele Vietti, vicepresidente del Csm sul tema dei magistrati in politica.

''In relazione alla delicata funzione che esercitano - ha aggiunto a margine di un convegno, promosso dall'Avvocatura torinese, sull''Agenda giustizia per il 2013' - occorrera' da parte del nuovo legislatore ripensare alle cause di incompatibilita' e soprattutto riflettere sul rientro dopo l'esperienza politica''.

eg/cam/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4