mercoledì 22 febbraio | 00:31
pubblicato il 21/gen/2013 16:08

Elezioni: Vendola, nostre liste raccontano diritti. Poca pulizia destra

(ASCA) - Roma, 21 gen - ''Mentre altri stanno discutendo dove candidare Scilipoti o Razzi, noi presentiamo liste nelle quali i candidati gia' parlano per le loro competenze. Dici Roberto Natale e capisci l'importanza dell'Articolo 21 della Costituzione italiana che assicura la liberta' di informazione. Dici Laura Boldrini e nomini il culto per la difesa dei diritti dell'uomo. Sono orgoglioso delle nostre liste: si sente profumo di sinistra. Mentre a destra il tentativo di fare pulizia lo si fa piu' in nome dei sondaggi e della convinzione politica di combattere il voto di scambio''. Lo ha detto Nichi Vendola presentando le liste di Sel per Camera e Senato nel Lazio. ''Vorrei che Bersani fosse piu' grintoso come leader ella nsotra coalizione nel sottolineare che abbiamo l'ambizione di chiudere un'epoca e aprirne un'altra. Solo noi siamo la coalizione che si candida al governo. Le altre coalizioni vogliono solo interdire questa possibilita''', ha concluso Vendola. gar/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia