domenica 04 dicembre | 07:38
pubblicato il 19/gen/2013 16:59

Elezioni: Tremonti, crisi l'avevo prevista. Monti l'ha peggiorata

Elezioni: Tremonti, crisi l'avevo prevista. Monti l'ha peggiorata

(ASCA) - Roma, 19 gen - ''Non e' una partita che si gioca con le rivincite, ma e' una questione drammaticamente seria.

Io li ho conosciuti tutti coloro che oggi i governatori delle banche, la mia impressione e' che esce adesso quanto fosse pericoloso dare nelle loro mani il loro destino. Erano incapaci e in cattiva fede. Il male e' dappertutto, certamente la finanza ha cambiato in peggio la vita delle persone. Sentire i banchieri che fanno le previsioni e poi si va a vedere cosa dicevano nel 2008, e' chiaro che non avevano chiara la portata della crisi''.

A parlare e' Giulio Tremonti ospite a Tgcom24, commentando i verbali della Fed. Sulla nascita della crisi ha aggiunto: ''La crisi era chiara dal 2006, io me ne accorsi e avrei voluto avere torto. Il povero Monti fa parte di quel mondo e viene catapultato al governo. Siamo come nel caso in cui il chirurgo dice che l'intervento e' tecnicamente riuscito, ma il paziente e' morto. Chi risolve la crisi finanziaria non puo' ignorare la crisi sociale perche' sono facce della stessa medaglia''.

''La crisi -sostiene Tremonti- si e' aggravata per effetto di Monti. Io darei ossigeno bloccando tutti gli aumenti inflattivi, come si puo' pensare di fare il bene delle aziende impoverendo i clienti? Io lascerei il tfr in busta paga. Mancano soldi alle imprese, ma i soldi alle banche sono arrivati solo che non sono arrivati alle imprese. Io credo che adesso sia necessaria una grande banca pubblica che assiste le imprese. La detassazione per chi assume sta nella Legge Tremonti del 1994, credo che andrebbe fatta. Io toglierei l'Irap sulle aziende in perdita per esempio. Serve anche una banca per il Sud, i soldi ci sono, solo che non si spendono''.

Parlando di patrimoniale Tremonti ha detto: ''La patrimoniale e' una follia e' un modo per perdere i soldi. I capitali in Italia se ne vanno per certezza politica, siccome Bersani e Vendola dicono di vincere, loro vogliono la patrimoniale e cosi' i capitali se ne vanno''.

Sulle alleanze ha aggiunto: ''Bersani, Vendola e Monti sono alleati, anche se secondo me non vincono perche' fanno troppa paura''.

Alla domanda su chi e' il candidato del centrodestra, Tremonti ha risposto: ''Bisogna chiederlo a Berlusconi. Il candidato per la Lega potrei essere io, ma lo devono decidere gli italiani''.

Secondo Tremonti ''nella comunita' finanziaria si dice che l'unica luce che Monti vede in fondo al tunnel e' quella del treno che gli sta andando addosso. Siamo andati in mano a una totale incapacita' di governo. La legge sul lavoro Fornero e' una boiata pazzesca''.

com-min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari