domenica 04 dicembre | 01:34
pubblicato il 22/gen/2013 16:40

Elezioni: Scajola, D'Alema, ma anche Veltroni. Chi e' fuori da Parlamento

Elezioni: Scajola, D'Alema, ma anche Veltroni. Chi e' fuori da Parlamento

(ASCA) - Roma, 22 gen - Da Massimo D'Alema a Walter Veltroni, in casa Pd. Da Marcello Dell'Utri a Nicola Cosentino, da Claudio Scajola a Marcello Pera, ex presidente del Senato, tanto per fare alcuni nomi eccellenti del Pdl. Senza dimenticare l'ex ministro degli Esteri Franco Frattini e Beppe Pisanu, parlamentare dal 1972, fin da quando era tra i collaboratori di Aldo Moro, e Francesco Rutelli, leader di Api, parlamentare dal 1983 e candidato premier per l'Ulivo nel 2001, vicepresidente del Consiglio nel 2006. E ancora. Da Mario Tassone, Udc, tra i piu' anziani deputati per legislature fatte, a Giampaolo Dozzo, presidente uscente dei deputati della Lega Nord. Sono queste alcune delle assenze piu' illustri nel prossimo Parlamento, a cui si aggiungono diversi esclusi ex An. Nel Partito democratico (D'Alema e Veltroni potrebbero pero' tornare alla politica di prima fila con un incarico di governo nel caso di vittoria del centrosinistra), niente candidatura, per libera scelta, per Livia Turco. Nel Pd ci sono inoltre le assenze dei renziani Stefano Ceccanti (al Senato) e Andrea Sarubbi (alla Camera): non sono stati recuperati nel listino a disposizione del segretario Pier Luigi Bersani. Lasciano in modo concordato pure Pierluigi Castagnetti (ex segretario dei Popolari), Mimmo Luca' (provenienza Cristiano sociali), Marco Follini, Enrico Morando, Anna Maria Serafini, Arturo Parisi. Bocciati alle primarie Erminio Quartiani (ex segretario d'Aula del Pd), Vincenzo Vita (candidato comunque nel Lazio, ma fuori dai giochi, al 18* posto nella lista per il Senato), Paolo Nerozzi (ex Cgil), Fabrizio Morri (ex capogruppo in commissione di Vigilanza sulla Rai), Pietro Marcenaro, Roberto Di Giovan Paolo, Sergio D'Antoni. Non recuperati da Bersani l'ex sindaco di Piacenza Roberto Reggi, principale collaboratore di Matteo Renzi, e i senatori ecologisti uscenti Francesco Ferrante e Roberto Della Seta. Parere negativo da parte della Commissione di garanzia presieduta da Luigi Berlinguer per Mirello Crisafulli (Enna), Antonio Papania (Trapani) e Nicola Caputo (Caserta). Le loro candidature sono state giudicate inopportune e in contrasto con i principi del codice etico del Pd. Nel Popolo della Liberta', tra i nomi di spicco di coloro che hanno rinunciato alla riconferma, Pera e Frattini. Hanno lasciato il partito gli ex parlamentari Gaetano Pecorella, Isabella Bertolini, Giorgio Stracquadanio, Roberto Tortoli, Franco Stradella, Giustina Destro. Fuori, per evitare ripercussioni elettorali a causa dei loro casi giudiziari, tra rinunce preventive ed esclusione dell'ultima ora, Claudio Scajola, Marcello Dell'Utri, Nicola Cosentino, Marco Milanese, e Alfonso Papa. Non in lista Mario Pescante. Sono fuori gli ex An che in un primo momento avevano seguito Gianfranco Fini: Adolfo Urso e Andrea Ronchi. Mario Landolfi ha parlato addirittura di ''epurazione'' per quanti ex An non sono stati candidati nel Pdl, pur non avendo seguito Giorgia Meloni e Ignazio La Russa in Fratelli d'Italia. Tra gli esclusi, il senatore uscente Domenico Nania. Non in lista Silvano Moffa, capogruppo di Popolo e territorio, presidente della commissione Lavoro della Camera. Non figura nelle liste Udc Mario Tassone, senior per presenza a Montecitorio (entro' alla Camera nel 1979 e da allora e' transitato attraverso Dc, Ppi e Udc). Esclusi per anzianita' parlamentare anche Renzo Lusetti e Luca Volonte'. Sull'esclusione di Enzo Carra c'e' stata baruffa: non e' stata concordata. Come gia' ricordato, non e' stato recuperato per eccesso di anzianita' parlamentare, nella coalizione che fa capo a Mario Monti, il presidente uscente della Commissione parlamematere Antimafia, Beppe Pisanu, che ha lasciato il Pdl. Esclusioni nella lista di Fli per oltre 3 legislature gia' consumate in Parlamento: Francesco Divella, Carmine Patarino e Donato Lamorte. Candido De Angelis ha rinunciato per candidarsi come sindaco di Anzio. Ha rinunciato Angela Napoli, che ha lasciato Fli a novembre in polemica con la gestione del vicepresidente Italo Bocchino. Stessa scelta per Giuseppe Valditara. Esclusioni di filobossiani nelle fila della Lega Nord: Stefano Stefani, Paola Goisis. Non ricandidati per anzianita' parlamentare: Manuela Dal Lago e Giampaolo Dozzo, capogruppo a Montecitorio. Federico Bricolo, presidente dei senatori del Carroccio, lascia Palazzo Madama dopo la nomina a responsabile della segreteria politica di Roberto Maroni. gar/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari