lunedì 05 dicembre | 19:55
pubblicato il 26/feb/2013 13:50

Elezioni: Ruffato, piu' che commenti servono riflessioni

(ASCA) - Venezia, 26 feb - ''Credo che in questo momento, alla luce di quanto accaduto, piu' che commenti servano riflessioni. Sia da parte dei vinti che dei vincitori''. Lo afferma in una nota post elettorale il presidente del Consiglio regionale del Veneto Clodovaldo Ruffato. Il quale esprime ''innanzitutto un doveroso ringraziamento agli elettori veneti per la loro partecipazione al voto. L'offerta politica era ampia - ricorda - e in grado quindi di rappresentare ogni sensibilita' e orientamento, e un'affluenza dell'81,6% alle urne, 6,5 punti in piu' rispetto alla media nazionale, dimostra la volonta' dei veneti a ricondurre domande e disagi all'interno del contesto politico ed istituzionale''.

Quanto ai risultati Ruffato sottolinea la grande rimonta effettuata dal presidente Silvio Berlusconi ''al quale hanno dovuto rendere onore anche gli avversari piu' duri'' riconoscendo la sua straordinaria capacita' di mobilitare l'elettorato moderato e di coglierne umori e speranze. ''L'esultanza per il risultato - aggiunge Ruffato - non deve pero' diventare un albi per accantonare quel processo di rinnovamento, di radicamento sul territorio, di apertura e confronto con gli attori economici e sociali, avviato dal Pdl negli ultimi mesi dello scorso anno e poi inevitabilmente accantonato con l'approssimarsi della campagna elettorale''.

''Il modo migliore per ringraziare Berlusconi per il suo generoso sforzo e' infatti quello di impegnarci a dare solidita', continuita' e forza al suo progetto politico''.

Grande attenzione, per il presidente del Consiglio regionale, va anche riservata al risultato del movimento Cinque Stelle, diventato al suo debutto il primo partito italiano e veneto.

''Nel suo successo - avverte - dobbiamo cogliere le dimensioni di una protesta che sfocia nell'indignazione nei confronti del sistema dei partiti, delle posizioni di rendita e di potere che ha generato, del distacco e dell'impermeabilita' che ha prodotto tra istituzioni e cittadini: tutte situazioni che l'aggravarsi della crisi economica e dei suoi effetti sociali hanno reso ancora piu' intollerabile e che occorre quindi affrontare e risolvere con estrema determinazione''.

L'ultima riflesione Ruffato la riserva ai risultati regionali che hanno interessato Pdl e Lega, modificando i consensi ottenuti dai due partiti nelle precedenti consultazioni. ''Mi auguro - conclude a tal proposito il presidente - che il nuovo rapporto di forza, di cui qualcuno gia' invita a prendere atto, non metta in discussione ma rafforzi semmai la collaborazione e l'impegno che insieme abbiamo assunto per il governo di questa Regione''.

com/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari