martedì 28 febbraio | 12:15
pubblicato il 04/feb/2013 15:44

Elezioni: Riccardi, restituire Imu? Non vogliamo perdere credibilita'

(ASCA) - Milano, 4 feb - ''Noi pensiamo che il paese si riprendera' e non vogliamo perdere la credibilita' di questo paese all'estero''. Cosi' il ministro uscente della Cooperazione, Andrea Riccardi, boccia la proposta di Silvio Berlusconi di restituire l'Imu agli italiani dopo il primo Consiglio dei ministri del prossimo gioverno. Per Riccardi, che ha parlato a margine della cerimonia per la celebrazione dei primi 10 anni della Fondazione Vodafone Italia, ''in futuro e' possibile una revisione ma non poassiamo fare promesse'' soprattutto perche' ''l'eventuale rimodulazione dell'Imu dovra' essere basata sulla crescita di questo paese''.

Da Riccardi anche una sottolineatura: ''L'Imu e' stata fatta in una situazione di emergenza per rimettere in sicurezza il paese''. Come dire che la responsabilita' non e' del 'governo dei professori', il quale secondo Riccardi ''ha pagato il conto che si e' trovato sul tavolo''.

fcz/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Vitalizi
M5s: pensioni parlamentari come cittadini, basta ok a delibera
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
SpaceX invierà due turisti spaziali attorno alla Luna a fine 2018
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech