lunedì 23 gennaio | 19:59
pubblicato il 17/gen/2013 20:19

Elezioni: patto Pd-Monti? Bersani, basta cabaret. Pdl va all'attacco

Elezioni: patto Pd-Monti? Bersani, basta cabaret. Pdl va all'attacco

(ASCA) - Roma, 17 gen - A scuotere i partiti e la campagna elettorale e' il presunto patto di non belligeranza tra Mario Monti e Pier Luigi Bersani. Patto che sarebbe stato siglato ieri mattina, secondo indiscrezioni di stampa, smentite finora solo nella forma. Ovvero, tra i due vi sarebbe stata una telefonata e non un vero e proprio incontro. Cosi', Palazzo Chigi, intorno alle 10.30 del mattino, tramite una nota, fa sapere che il premier dimissionario ha contattato telefonicamente ''tra ieri e oggi'' non solo Bersani, ma anche il segretario del Pdl, Angelino Alfano, e il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini. Insomma, ''i leader - si legge nel comunicato - che hanno sostenuto il governo ora in carica per gli affari correnti. Oggetto dei colloqui sono state alcune nomine di prefetti, la situazione nel Mali e la preparazione del Consiglio europeo sul bilancio dell'Unione europea''. Fonti del Partito democratico, inoltre, confermano che contatti tra i due ci sarebbero stati, ma che non si sarebbe trattato di un faccia a faccia mattutino.

Il diretto interessato, Bersani, nel pomeriggio, durante il lancio della campagna elettorale con i giovani che votano per la prima volta, non fa diretto riferimento alla vicenda e si dice ''non soddisfatto da questa campagna elettorale'' che ''si sta mettendo fuori dai binari, non va bene. Non staremo nella campagna elettorale fatta solo di politicismo e di cabaret. Sono abbastanza stanco di dover essere registrato solo per parlare di Monti, della desistenza, del Senato o della Camera. Sono allibito che ci sia un inseguimento su affermazioni qualsiasi per avere un titolo davanti a un Paese che ha bisogno di essere ricostruito. Noi parleremo testardamente dell'Italia e degli italiani, senza impressionarci se non ci fanno le luminarie''. Sempre in merito al presunto patto di non belligeranza, Massimo D'Alema, dal canto suo, sintetizza cosi': ''In diversi paesi europei i socialisti governano anche con i popolari. Puo' accadere.

Il Pd sara' la forza guida del governo, poi in tutti i paesi il partito piu' grande, che prende il 32 - 33%, cerca alleati. E' giusto. Non vogliamo governare da soli, vogliamo costruire una coalizione che dia stabilita' al paese''. Per la presidente dei senatori del Pd, Anna Finocchiaro, non bisogna mai parlare ''di non belligeranza'' ma bisogna fare ''un ragionamento piu' profondo. Come Pd siamo convinti che se anche fossimo numericamente autosufficienti dopo le elezioni sia alla Camera che al Senato, una strategia di accordo con i moderati sarebbe molto utile all'Italia''. In sostanza nessuna smentita, cosi' come nessuna conferma di un accordo tra i due in chiave anti-Pdl, anche se il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, si affretta a dire che ''ipotizzare'' un'alleanza post elettorale con il centrosinistra ''e' un film di fantascienza perche' il nostro programma non potra' mai convivere con quello di Sinistra e liberta'''.

L'ipotesi di un patto tra Bersani e Monti scatena il Pdl.

Silvio Berlusconi chiede che venga dato il voto ai grandi partiti perche' ''e' naturale un'intesa tra Pd e Lista Monti'', in quanto ''il premier non ha possibilita' di incidere se non appoggiandosi alla sinistra''. Sulla stessa linea il capogruppo al Senato, Maurizio Gasparri, per il quale ''Monti si conferma stampella della sinistra.

L'alternativa a questo imbroglio e' Berlusconi e il centrodestra''. Duro il presidente dei deputati, Fabrizio Cicchitto: ''Monti e' stato smascherato: sta lavorando per una intesa con la sinistra. E' esattamente il contrario di quello che e' l'atteggiamento generale del Ppe in Europa che e' alternativo ai partiti della sinistra''.

Per Ignazio La Russa (Fratelli d'Italia), infine, Bersani e Monti sono come i ladri di Pisa: ''Litigano di giorno e spartiscono di notte. Tutti uniti contro il centrodestra''.

ceg/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4