venerdì 02 dicembre | 19:05
pubblicato il 05/feb/2013 12:00

Elezioni/ Monti: Restituzione Imu è una polpetta avvelenata

Premier: Si può ridurre con gradualità e sempre responsabilmente

Elezioni/ Monti: Restituzione Imu è una polpetta avvelenata

Roma, 5 feb. (askanews) - "A differenza di altri più generosi futuri governanti, temo non ci sia spazio per restituire l'Imu pagata nel 2012: sembra una bella promessa ma è una polpetta avvelenata, poi ci sarebbero conseguenze finanziarie". Lo ha detto il premier uscente e leader di Scelta civica Mario Monti ribattendo, in diretta web sul sito de 'La Stampa', all'annuncio shock di Silvio Berlusconi. Monti ha ricordato che "nel nostro programma c'è scritto che l'Imu può essere ridotta con gradualità, a partire dalla prima casa". "Lo spazio per ridurre responsabilmente le tasse non è indipendente dalla credibilità dei governi - ha aggiunto Monti -, perchè se un governo è credibile lo spread si abbassa e ci sono meno spese". Pensa al governo Berlusconi? "Quando parlo di credibilità di un governo, mi si perdoni l'immodestia - ha concluso - ma penso al nostro".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Centrodestra
Berlusconi in tv propone leadership a Del Debbio: "ci rifletta"
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
San Marino, maxistella a Led inaugurerà il Natale delle Meraviglie
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari