domenica 26 febbraio | 21:06
pubblicato il 11/feb/2013 10:50

Elezioni: Libera, 100mila firme per campagna online su candidabilita'

(ASCA) - Roma, 11 feb - Centomila firme in un mese: tante sono le adesioni raccolte da Riparte il futuro, la campagna promossa da Libera e Gruppo Abele. Un vero record per una petizione online, prima in Europa di tale portata, che chiama a raccolta i cittadini su un tema cruciale nella vita sociale, economica e politica del nostro paese: la corruzione. Una raccolta firme che cresce ogni giorno al ritmo di oltre 3000 adesioni. ''Grazie alla forza del web e dei social network, - sottolinea Libera - ogni cittadino potra' contare su sistemi di monitoraggio e informazione civica, fino ad oggi poco utilizzati in Italia, per combattere insieme questo fenomeno subdolo e nascosto''. ''Riparte il futuro'' chiede a tutti i candidati alle prossime elezioni cinque impegni stringenti di trasparenza, integrita' e responsabilita', mettendo in rete il curriculum vitae, la condizione reddituale e patrimoniale, l'eventuale presenza di conflitti d'interesse, la situazione giudiziaria.

E li impegna a riformare nei primi 100 giorni della nuova legislatura l'art. 416 ter del Codice Penale, la norma che riguarda lo scambio elettorale politico-mafioso.

red-gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech