giovedì 23 febbraio | 22:24
pubblicato il 19/feb/2013 10:32

Elezioni: La Russa, voto a Fdi e' doppiamente utile

Elezioni: La Russa, voto a Fdi e' doppiamente utile

(ASCA) - Roma, 19 feb - ''Il voto a Fratelli d'Italia e' doppiamente utile: primo perche' si somma a quello del Pdl per battere la sinistra; secondo perche' e' contrario a qualunque ipotesi di nuovo governo tecnico. Noi siamo nati per questo. Siamo orgogliosi per le tante cose buone fatte dal governo di centrodestra ma consapevoli che ci sono stati errori anche gravi che bisogna correggere. Fratelli d'Italia ci prova''. Lo afferma Ignazio La Russa, fondatore di Fratelli d'Italia a 'La Telefonata' su Canale 5.

La Russa spiega che ''Berlusconi non ci tira la volata tanto e' vero che non si riferisce a noi quando parla dei partitini ma si riferisce a quelli fuori della coalizione. E poi e' giusto che ognuno tiri l'acqua al proprio mulino anche se i voti si sommano. Noi per esempio - rileva l'ex ministro della Difesa - diciamo che un voto a Fdi e' un voto doppiamente utile: e' utile perche' si somma a quello del pdl e alla coalizione di centrodestra ma e' utile anche perche' con certezza, mi auguro anche Berlusconi, qualunque cosa succceda dopo le elezioni, noi non cambieremo idea; e poi perche' non daremo i nostri voti in Parlamento a nessuna ammucchiata con la sinistra, non favoriremo e non voteremo per nessun governo tecnico''. La Russa assicura che ''mai con la sinistra, mai a Monti. Noi non accettiamo piu' l'idea di un governo ammucchiata con la sinistra che ha portato disoccupazione, tasse e idee pericolose sulla famiglia e che ha fatto dimenticare la parola sicurezza''. Con Berlusconi, prosegue La Russa, ''non ci siamo divisi i compiti con lui che parla di economia e noi di sicurezza. Noi di Fratelli d'Italia parliamo anche di sicurezza ma di economia abbiamo parlato prima ancora degli amici del Pdl.

Per esempio la proposta di restituzione dell'Imu l'abbiamo anticipata di 5 giorni con una differenza sostanziale. Noi diciamo che per restituire la tassa sulla prima casa i soldi non dobbiamo andarli a trovare da un ipotetico e difficile accordo con la Svizzera ma al contrario bisogna farli pagare al Mps che ha avuto 4 miliardi di prestito che non doveva avere e che, ci dicono, restituira' con interessi al 9%. In 10 anni - nota La Russa - questi interessi fanno 4 miliardi.

La proposta di Fdi quindi e': emettiamo subito Bot, li diano a chi ha pagato la tassa sulla prima casa e quando lo Stato fra 10 anni dovra' rimborsarli potra' usare i soldi che il Mps deve versare come interessi''.

red-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Pd
Orlando in campo a primarie Pd: mi candido, serve responsabilità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech