mercoledì 18 gennaio | 05:11
pubblicato il 19/feb/2013 10:32

Elezioni: La Russa, voto a Fdi e' doppiamente utile

Elezioni: La Russa, voto a Fdi e' doppiamente utile

(ASCA) - Roma, 19 feb - ''Il voto a Fratelli d'Italia e' doppiamente utile: primo perche' si somma a quello del Pdl per battere la sinistra; secondo perche' e' contrario a qualunque ipotesi di nuovo governo tecnico. Noi siamo nati per questo. Siamo orgogliosi per le tante cose buone fatte dal governo di centrodestra ma consapevoli che ci sono stati errori anche gravi che bisogna correggere. Fratelli d'Italia ci prova''. Lo afferma Ignazio La Russa, fondatore di Fratelli d'Italia a 'La Telefonata' su Canale 5.

La Russa spiega che ''Berlusconi non ci tira la volata tanto e' vero che non si riferisce a noi quando parla dei partitini ma si riferisce a quelli fuori della coalizione. E poi e' giusto che ognuno tiri l'acqua al proprio mulino anche se i voti si sommano. Noi per esempio - rileva l'ex ministro della Difesa - diciamo che un voto a Fdi e' un voto doppiamente utile: e' utile perche' si somma a quello del pdl e alla coalizione di centrodestra ma e' utile anche perche' con certezza, mi auguro anche Berlusconi, qualunque cosa succceda dopo le elezioni, noi non cambieremo idea; e poi perche' non daremo i nostri voti in Parlamento a nessuna ammucchiata con la sinistra, non favoriremo e non voteremo per nessun governo tecnico''. La Russa assicura che ''mai con la sinistra, mai a Monti. Noi non accettiamo piu' l'idea di un governo ammucchiata con la sinistra che ha portato disoccupazione, tasse e idee pericolose sulla famiglia e che ha fatto dimenticare la parola sicurezza''. Con Berlusconi, prosegue La Russa, ''non ci siamo divisi i compiti con lui che parla di economia e noi di sicurezza. Noi di Fratelli d'Italia parliamo anche di sicurezza ma di economia abbiamo parlato prima ancora degli amici del Pdl.

Per esempio la proposta di restituzione dell'Imu l'abbiamo anticipata di 5 giorni con una differenza sostanziale. Noi diciamo che per restituire la tassa sulla prima casa i soldi non dobbiamo andarli a trovare da un ipotetico e difficile accordo con la Svizzera ma al contrario bisogna farli pagare al Mps che ha avuto 4 miliardi di prestito che non doveva avere e che, ci dicono, restituira' con interessi al 9%. In 10 anni - nota La Russa - questi interessi fanno 4 miliardi.

La proposta di Fdi quindi e': emettiamo subito Bot, li diano a chi ha pagato la tassa sulla prima casa e quando lo Stato fra 10 anni dovra' rimborsarli potra' usare i soldi che il Mps deve versare come interessi''.

red-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa