domenica 04 dicembre | 07:54
pubblicato il 25/feb/2013 19:10

Elezioni: intanto vince l'astensionismo, affluenza piu' bassa di sempre

Elezioni: intanto vince l'astensionismo, affluenza piu' bassa di sempre

(ASCA) - Roma, 25 feb - Anche se ancora ufficioso, il dato relativo all'affluenza (75,02% per quanto riguarda Montecitorio) porta con se' una prima certezza: a vincere, in attesa che le proiezioni forniscano un quadro poltico piu' chiaro, e' il partito dell'astensionismo, mai cosi' forte dalla nascita della Repubblica italiana. Infatti, scorrendo i dati ufficiali forniti dal ministero dell'Interno, nelle precedenti consultazioni per la Camera non era mai scesa sotto l'80% l'asticella di coloro che si sono recati alle urne per le Politiche.

Cosi', il 75% di oggi, tanto per fare un primo raffronto, e' circa 5 punti e mezzo piu' basso del dato relativo ai votanti del 2008 (area Italia, escluse Valle d'Aosta e circoscrizioni estero), quando si registro' l'80,51%. Due anni prima - quando fu ideato il sistema elettorale definito Porcellum, tuttora in vigore e ci fu la vittoria di misura di Romano Prodi su Silvio Berlusconi -, ando' ai seggi l'83,62% degli aventi diritto (sempre area Italia, escluse Valle d'Aosta e circoscrizioni estero). Piu' o meno in linea la cifra del 2001 (81,38%), quando ci si espresse con il sistema uninominale. Ancora prima, nel '96, i votanti furono l'82,88%, nel '94 invece l'86,31%. Affluenza che cresce, man mano che si torna indietro negli anni. Basti pensare che nel '92 si arrivo' all'87,35%, nel 1987 si tocco' quota 88,83% (88,01% cinque anni prima) e nel '79 piu' di nove italiani su dieci espletarono il loro dovere civico (90,62%). Proseguendo con l'operazione 'rewind', si segnala il 93,39% nel '76 (poco meno nel '72, quando si arrivo' al 93,19%). Nel '68 votarono 33 milioni di italiani su 35 milioni e mezzo di aventi diritto (92,79%), dato quasi fotocopia di quello registrato nel '63. Nel '58 l'astensionismo fu ancora minore (votarono il 93,83%), e nel '53 si stabili' il record d'affluenza: 93,84%, oltre 18 punti in piu' rispetto al dato odierno.

Infine, nel '48, la prima volta al voto con la Costituzione in vigore, i votanti furono 26.855.741 su 29.117.270 elettori. Ovvero, il 92,23%.

vlm/sat

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari