domenica 22 gennaio | 23:29
pubblicato il 11/mar/2013 17:32

Elezioni: Ingroia-Di Pietro, e' divorzio. L'Idv torna nel centrosinistra

Elezioni: Ingroia-Di Pietro, e' divorzio. L'Idv torna nel centrosinistra

(ASCA) - Roma, 11 mar - ''La straordinaria esperienza di Rivoluzione civile e' appena cominciata, il nostro movimento e' una realta' destinata a crescere ogni giorno. Intendiamo valorizzare le istanze che provengono dal territorio, la passione dei nostri sostenitori e l'entusiasmo dei cittadini che ci chiedono di rilanciare con piu' forza il nostro progetto. Si e' chiusa una fase di Rivoluzione Civile. Un abbraccio e un augurio di buon proseguimento agli ex compagni di viaggio come Antonio Di Pietro e a quanti ritornano sui propri passi''. Lo dichiara in una nota Antonio Ingroia, leader di Rivoluzione civile, che in questo modo replica alla conferenza stampa che questa mattina ha tenuto Antonio Di Pietro nella Sala stampa di Montecitorio. ''Posso dire che per cinque anni abbiamo tenuto una posizione ferma e coerente, difendendo sempre la nostra assoluta autonomia, ed e' questo, l'aver sempre voluto ragionare con la nostra testa, che ci e' stato fatto pagare.

Per questo siamo oggi fuori dal Parlamento'', ha detto il leader dell'Idv, annunciando successivamente: ''Riprendiamo il nostro cammino come Italia dei Valori e il nostro orizzonte e' una rinnovata alleanza di centrosinistra che metta finalmente e definitivamente il Paese al riparo dalla malefica esperienza dei governi Berlusconi e Monti.

Oggi tornare a dividersi in mille rivoli significa dare ancora spazio a Berlusconi e rischiare di farlo vincere di nuovo. In maggio si votera' in 800 comuni. L'Italia dei Valori sara' presente ovunque e la proposta e' quella di dar vita, a partire dal comune di Roma, a un'alleanza e a una coalizione di centrosinistra''. Di Pietro ha concluso annunciando alcune decisioni per il futuro dell'Idv: ''La nostra decisione e' quella di mettere mano con la massima tempestivita' a un drastico rinnovamento del partito a tutti i livelli. Dal 28 al 30 giugno svolgeremo un Congresso straordinario, che dovra' approvare profonde e rilevanti modifiche statutarie: prima fra tutte l'individuazione dal basso, a partire dalla base, del gruppo dirigente. Inizieremo subito la campagna di tesseramento: chi vorra' impegnarsi nel rinnovamento di questo partito, avra' tempo per tesserarsi fino al prossimo 25 maggio''.

gar/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4