mercoledì 07 dicembre | 10:42
pubblicato il 11/mar/2013 17:32

Elezioni: Ingroia-Di Pietro, e' divorzio. L'Idv torna nel centrosinistra

Elezioni: Ingroia-Di Pietro, e' divorzio. L'Idv torna nel centrosinistra

(ASCA) - Roma, 11 mar - ''La straordinaria esperienza di Rivoluzione civile e' appena cominciata, il nostro movimento e' una realta' destinata a crescere ogni giorno. Intendiamo valorizzare le istanze che provengono dal territorio, la passione dei nostri sostenitori e l'entusiasmo dei cittadini che ci chiedono di rilanciare con piu' forza il nostro progetto. Si e' chiusa una fase di Rivoluzione Civile. Un abbraccio e un augurio di buon proseguimento agli ex compagni di viaggio come Antonio Di Pietro e a quanti ritornano sui propri passi''. Lo dichiara in una nota Antonio Ingroia, leader di Rivoluzione civile, che in questo modo replica alla conferenza stampa che questa mattina ha tenuto Antonio Di Pietro nella Sala stampa di Montecitorio. ''Posso dire che per cinque anni abbiamo tenuto una posizione ferma e coerente, difendendo sempre la nostra assoluta autonomia, ed e' questo, l'aver sempre voluto ragionare con la nostra testa, che ci e' stato fatto pagare.

Per questo siamo oggi fuori dal Parlamento'', ha detto il leader dell'Idv, annunciando successivamente: ''Riprendiamo il nostro cammino come Italia dei Valori e il nostro orizzonte e' una rinnovata alleanza di centrosinistra che metta finalmente e definitivamente il Paese al riparo dalla malefica esperienza dei governi Berlusconi e Monti.

Oggi tornare a dividersi in mille rivoli significa dare ancora spazio a Berlusconi e rischiare di farlo vincere di nuovo. In maggio si votera' in 800 comuni. L'Italia dei Valori sara' presente ovunque e la proposta e' quella di dar vita, a partire dal comune di Roma, a un'alleanza e a una coalizione di centrosinistra''. Di Pietro ha concluso annunciando alcune decisioni per il futuro dell'Idv: ''La nostra decisione e' quella di mettere mano con la massima tempestivita' a un drastico rinnovamento del partito a tutti i livelli. Dal 28 al 30 giugno svolgeremo un Congresso straordinario, che dovra' approvare profonde e rilevanti modifiche statutarie: prima fra tutte l'individuazione dal basso, a partire dalla base, del gruppo dirigente. Inizieremo subito la campagna di tesseramento: chi vorra' impegnarsi nel rinnovamento di questo partito, avra' tempo per tesserarsi fino al prossimo 25 maggio''.

gar/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Renzi e Pd pronti a governo istituzionale: ma con numeri larghi
Governo
Udc esce da Ap di Alfano: nuovi gruppi contro voto anticipato
Governo
Bersani: Renzi vuole voto? Non si vince sulle macerie del Paese
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni