lunedì 20 febbraio | 12:59
pubblicato il 15/feb/2013 12:00

Elezioni/ In 10 mila per Grillo a Susa, 'Siamo tutti No Tav'

"L'ultima volta ero sotto lacrimogeni"

Elezioni/ In 10 mila per Grillo a Susa, 'Siamo tutti No Tav'

Susa (Torino), 14 feb. (askanews) - Piazza della Repubblica a Susa gremita per Beppe Grillo, alla sua seconda tappa in Piemonte con lo Tsunami tour. Sono oltre 10 mila le persone che da tutta la valle di Susa sono confluite nella cittadina. Nel parterre numerose le bandiere No Tav, che sventolano. Grillo infatti qui è considerato uno dei simboli della battaglia al super treno che collegherà Torino a Lione, da quando nell'inverno 2010 era venuto a visitare la baita abusiva costruita dai no Tav sul sito del futuro cantiere. "L'ultima volta che ero venuta in zona ero sotto i lacrimogeni della polizia", esordisce sul palco, tra il boato della folla, ricordando la sua visita a Chiomonte nei giorni degli scontri dell'estate 2011 tra attivisti e forze dell'ordine, quando fu avviato il cantiere. Poi invita la platea a mettere via le bandiere No Tav, "non ce n'è bisogno, qui siamo tutti No Tav". Poco prima, ad aspettarlo allo svincolo autostradale di Susa, c'era il leader del movimento No Tav, Alberto Perino, che ci tiene a precisare: "Sono qui a titolo personale, nel nostro movimento c'è libertà di pensiero". Tant'è esemplifica che alcuni dei sindaci No Tav della Val Susa, si sono candidati alle politiche per Rivoluzione Civile, come Nilo Durbiano, sindaco di Venaus. E Carla Mattioli, ex sindaco di Avigliana, e in lista con Sel. "2 miliardi e due sulla Tav sappiamo tutti che è una presa per il c... la Germania dice che non riesce a dare la manutenzione. Il Corridoio V, poi, non è mai esistito. Il Portogallo non fa alta velocità, la Francia non la fa... metà dei container a Genova sono vuoti", dice dal palco Grillo, mentre i Valsusini lo acclamano e urlano: 'Beppe, Beppe'. Ma è l'unico accenno alla Torino-Lione, poi i suoi cavalli di battaglia: Mps, Equitalia e la politica. "Qualcuno dalla platea urla: "Beppe sono 20 anni che non voto, da quando ci sei tu sono andato a prendere il certificato elettorale". "Noi siamo l'esempio - replica Grillo - se ne portiamo 100 in Parlamento, lo apriremo come una scatola di pelati". Poi l'affondo dei grillini locali sul palco, che assicurano la Tav non si farà perché non ci sono i soldi. Prs

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Sinistra
Nasce Sinistra italiana: "Da D'Alema non col cappello in mano"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
CubSat, attivo primo laboratorio spaziale sperimentale
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia