sabato 21 gennaio | 04:02
pubblicato il 04/gen/2013 16:11

Elezioni: Ichino, con Monti per continuare opera riformatrice

Elezioni: Ichino, con Monti per continuare opera riformatrice

(ASCA) - Roma, 4 gen - ''Ci sara' una lista unica al Senato, alla Camera il discorso e' ancora aperto. Monti si e' riservato di dare il proprio consenso alle liste che lo vogliono sostenere, previo controllo della qualita' delle persone che verranno indicate. Se si trattera' di una lista civica per Monti con Udc alleata o una geometria diversa, lo decidera' Monti sulla base di quello che gli verra' proposto in questi giorni ma la questione e' ancora aperta''.

Lo ha detto Pietro Ichino (Con Monti per l'Italia) ospite nello studio di Tgcom24.

''Quando Veltroni mi invito' ad entrare nel Pd accettai di buon grado -afferma Ichino- e ho vissuto questa legislatura dicendo sempre quello che penso, ma dal 2009 il Pd e' andato in un'altra direzione. Oggi credo che, per continuare a perseguire alcuni progetti, il luogo piu' adatto sia la nuova formazione che sta nascendo intorno a Monti. Quindi in tutta coerenza oggi mi candido con Monti, c'e' anche un'amicizia personale che non sarebbe bastata ma e' stato uno dei motivi che mi hanno indotto ad accettare la sua proposta''. L'agenda Monti? ''Ho scritto con Enrico Morando un memorandum presentato a luglio dell'anno scorso -spiega Ichino- come bozza di quell'agenda Monti che avrebbe dovuto essere fatta spontaneamente dalle forze che sorreggevano Monti. Io scrissi le parti relative a lavoro, PA e scuola che sono state riprese, in qualche punto anche letteralmente, ma il mio contributo e' stato indiretto, non ho influito direttamente sull'agenda Monti neppure per una virgola, l'ho letta due giorni prima della presentazione ufficiale''.

Per quanto riguarda i simboli delle liste, Ichino spiega che ''saranno diversi. La coalizione sara' riconoscibile ma si evitera' la confusione tra le due liste. Auspico che alla Camera ci sia una lista civica per Monti e, se Casini decidera', una dell'Udc che si allea. Credo che ci sara' una lista civica per Monti e una o forse due liste collegate in coalizione''. ''C'e' un 40% di italiani che non voleva votare perche' non rappresentato. Se la nuova formazione soddisfera' le attese di questa parte dell'elettorato, la formazione di Monti -dice Ichino- potra' aspirare ad essere il primo polo in Italia. Ci proponiamo di vincere le elezioni rivolgendosi a quella parte dell'elettorato sconcertata dall'inconcludenza della politica italiana. Ci rivolgiamo a quella parte dell'elettorato che vuole l'allineamento dell'Italia all'Europa. Se non sara' cosi' saremo schierati con chi compira' in modo chiaro la scelta dell'ancoraggio dell'Italia all'Europa''. min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4