venerdì 24 febbraio | 20:59
pubblicato il 21/mag/2012 19:53

Elezioni/ Grillo nuovo boom. Parma e altre due città ai 5 stelle

Il leader guarda alle politiche: "Dopo Stalingrado, Berlino"

Elezioni/ Grillo nuovo boom. Parma e altre due città ai 5 stelle

Roma, 21 mag. (askanews) - Non piacerà a Pier Luigi Bersani, ma Beppe Grillo e il Movimento 5 stelle sono la notizia del giorno, con un nuovo 'boom' dopo quello del primo turno delle amministrative che il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano aveva commentato gelido: "Di boom ricordo solo quello degli anni '60, altri non ne vedo...". Il candidato grillino Federico Pizzarotti ha vinto con il 60,23% la "battaglia di Stalingrado", come il comico genovese aveva definito il ballottaggio a Parma, "con una campagna elettorale di 6mila euro". "Dopo Stalingrado ora ci aspetta Berlino! E adesso riprendiamoci questo disgraziato Paese", ha subito twittato lo stesso Grillo, lasciando chiaramente intendere che per lui la campagna elettorale per le elezioni politiche è già iniziata: tra l'altro un sondaggio diffuso dal Tg La7 valuta il suo movimento al 12,2%, con un salto del 3,3% rispetto alla precedente rilevazione di pochi giorni fa. "Gli elettori hanno eletto me e non Beppe Grillo", ha commentato in omaggio alla 'iperdemocrazia' (copyright del New York Times) il neosindaco, che ha riconosciuto però il debito con il fondatore: "Senza Beppe non saremmo qui". M5s ha vinto altri due ballottaggi meno importanti ma non trascurabili: a Comacchio (Fe), 23mila abitanti, con Marco Fabbri detto 'Cichino' che ha ottenuto il 69,24% lasciando molto dietro il candidato del centrosinistra, e a Mira (Ve), 39mila abitanti, dove Alvise Maniero ce l'ha fatta con il 52,48% contro un candidato del Pd. Suo malgrado, proprio Bersani, dopo aver denunciato un "simpatico tentativo di rubarci il voto" da parte di mass media e commentatori, ha avvalorato il risultato dei 5stelle rivendicando orgogliosamente le vittorie del Pd sui grillini nei ballottaggi di Budrio e di Garbagnate milanese. Piacerà invece a Matteo Renzi, sindaco di Firenze che è tornato oggi a chiedere primarie e 'rottamazione' della vecchia classe dirigente del Pd, il dato anagrafico dei suoi nuovi sindaci scodellato da Grillo su Twitter: "Pizzarotti (39 anni), Maniero (26), Fabbri (29), Castiglion (32): età media 31 anni e 6 mesi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech